Si può rimanere incinta con il ciclo?

La domanda è frequente, il caso è raro. Si tratta della possibilità di rimanere incinta con il ciclo. Per comprendere le ragioni bisogna conoscere il proprio ciclo mestruale, il periodo fertile e quello dell'ovulazione.

Si può rimanere incinta con il ciclo?

Fare l’amore vuol dire abbandonarsi all’altro completamente, con trasporto e senza inibizioni. È un momento di pura intimità, passione, sentimento e chimica. Tante donne fanno sesso anche con le mestruazioni pensando che non si corra il rischio di una gravidanza indesiderata. Ma, si può rimanere incinta con il ciclo? La risposta che si pongono tante donne, specialmente le più giovani, è affermativa, anche se è un caso raro. Avere le mestruazioni, infatti, non costituisce un metodo anticoncezionale, come può esserlo la pillola, il cerotto, l’anello anticoncezionale o il preservativo femminile. È risaputo, infatti, che il ciclo mestruale di ogni donna è diverso per durata in ogni donna; di conseguenza, anche l’ovulazione avviene in momenti differenti.

Per evitare gravidanze indesiderate o per programmare una gravidanza è utile conoscere i giorni in cui le probabilità del concepimento aumentano.

Approfondiamo l’argomento per comprendere come possa accadere di rimanere incinta con il ciclo mestruale.

Fare sesso con il ciclo mestruale non esclude la possibilità di una gravidanza
Il ciclo mestruale non è un contraccettivo

Si può rimanere incinta con il ciclo mestruale

È vero. Le probabilità sono scarse. Tuttavia, per rispondere alla domanda se si può rimanere incinta con il ciclo è fondamentale conoscere il proprio ciclo mestruale. Esistono, infatti, dei giorni in cui le probabilità del concepimento aumentano. Si tratta di conoscere il proprio periodo dell’ovulazione e di saper calcolare il periodo fertile. Questo è utile anche a quelle donne che desiderano e vogliono programmare una gravidanza.

Ciclo mestruale regolare ed irregolare

Ogni donna è diversa e il suo ciclo non è tutto uguale. Esistono cicli regolari ed irregolari, più o meno lunghi che, come conseguenza, spostano il periodo dell’ovulazione.

In un ciclo regolare, di 28 giorni, si avranno nei primi giorni il ciclo a cui seguirà l’ovulazione intorno al 14° giorno. Dopo 28 giorni verranno nuovamente le mestruazioni. In questo caso, il periodo più fecondo è compreso tra il 13° e il 14° giorno. Poiché gli spermatozoi vivono circa 3 giorni, possiamo considerare giorni fertili quelli compresi tra il 10° e il 14° giorno. Questo, tuttavia, non vuol dire che i rischi non sussistono negli altri giorni precedenti o consecutivi.

Con un ciclo irregolare, in cui le mestruazioni anticipano o ritardano, questi calcoli diventano ancora più incerti. Il periodo fertile può arrivare prima o dopo il 14° giorno con l’ovulazione anticipata.

Il ciclo mestruale non blocca la possibilità di una gravidanza
Si può rimanere incinta con il ciclo mestruale

Segnali che indicano una gravidanza

I segnali che suggeriscono se è in corso una gravidanza pur avendo il ciclo sono tangibili.

Solitamente, se dopo il 14° giorno dall’ovulazione, non si ha il ciclo mestruale è possibile che l’ovulo sia stato fecondato. Le perdite ematiche e la tipologia di spotting ci aiuta a comprendere cosa sta accadendo nel nostro corpo. Quando si è in gravidanza, si verificano delle perdite da impianto, che non devono essere confuse con le mestruazioni. Si tratta delle così dette false mestruazioni. In questi casi è bene rivolgersi al medico per conoscerne la natura e causa. Queste, infatti, non sono delle perdite da ciclo mestruale ma indicano che l’ovulo è stato fecondato. Può tuttavia indicare delle patologie che è possono mettere a rischio la salute del feto.

Un altro segnale è dato dalla temperatura basale che rimane alta e dal tipo di perdite ematiche che si notano. In questi casi, è consigliabile, per togliere ogni dubbio o sospetto, fare un test di gravidanza. Il test, per dare una risposta, deve essere eseguito dopo circa 15 giorni dal rapporto sessuale.

Per avere un figlio si può usare anche il periodo del ciclo mestruale
Le coppie che desiderano avere un figlio possono usare anche il periodo delle mestruazioni

Cosa fare o evitare

Rimanere incinta con il ciclo è dunque raro ma possibile. Le coppie che desiderano avere figli possono quindi utilizzare anche questo periodo per provare. Il consiglio, programmando una gravidanza, è quello di avere rapporti sessuali con frequenza. È importante, però, non fare diventare o considerare quel momento un atto finalizzato solo alla procreazione.

Se, invece, non si desidera rimanere incinta, si dovrebbero evitare rapporti sessuali durante il ciclo mestruale. In alternativa, si possono utilizzare i contraccettivi. Ricordate che il coito interrotto non costituisce un attendibile sistema contraccettivo.

Rimanere incinta prima o dopo il ciclo mestruale

Così come si può rimanere incinta con il ciclo, le probabilità del caso esistono anche prima o subito dopo il ciclo.

La spiegazione sta sempre nella durata del ciclo e nel periodo di ovulazione. Un ciclo mestruale corto o irregolare, determina una variazione dei giorni in cui avverrà l’ovulazione. Questa potrà avvenire in modo anticipato o successivo al ciclo. È quindi possibile rimanere incinta da 2 a 5 giorni prima o dopo il ciclo mestruale.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!