Secchezza vaginale: le cause più frequenti ed i rimedi naturali

La secchezza vaginale è un fastidio che porta la donna ad avere la vagina poco lubrificata: ecco quali sono le cause e come risolvere il problema

Secchezza vaginale: le cause più frequenti ed i rimedi naturali

La secchezza vaginale è un disturbo femminile che si verifica quando le pareti della vagina non sono lubrificate. Nella zona vulvare, infatti, è presente una sorta di muco che protegge la vagina da eventuali infezioni. Per funzionare al meglio c’è bisogno di questa protezione e della flora microbica; quando ciò viene meno si verifica il fenomeno della secchezza intima, detta anche secchezza vulvare.

La principale causa è la diminuzione degli estrogeni. Gli estrogeni, infatti, sono gli ormoni che si occupano della lubrificazione dei tessuti della vagina, proteggendola dagli attacchi esterni. Quando gli estrogeni diminuiscono, il tessuto vaginale diventa più sensibile e più secco.

La secchezza vaginale è un disturbo femminile che si verifica quando i tessuti della vagina non sono abbastanza lubrificati
La secchezza intima è un disturbo femminile che si verifica quando i tessuti della vagina non sono abbastanza lubrificati

Secchezza vaginale: cause principali

Spesso è dovuta all’assunzione di alcuni medicinali (tra i quali la pillola anticoncezionale) e si può verificare a seguito di interventi chirurgici o chemioterapici. Chi fuma o chi si trova in una situazione di stress psico-fisico può soffrire più facilmente di secchezza vaginale.

Inoltre, può comparire dopo uno sforzo fisico intenso e in chi soffre di disturbi al sistema immunitario. Può essere dovuta anche all’uso di detergenti troppo acidi o troppo basici, all’utilizzo di detergenti troppo profumati e all’utilizzo di frequenti lavande vaginali.

Chi soffre di secchezza della vagina sente una sensazione di fastidio, prurito, dolore o bruciore vaginale, che può aumentare mentre si urina. Alcune donne non avvertono subito questi fastidi, tante altre, invece li sentono durante il giorno ed essi aumentano se si usa biancheria sintetica e indumenti troppo stretti.

La secchezza vulvare, inoltre, provoca rapporti sessuali dolorosi, sanguinamenti durante i rapporti e perdite vaginali, creando così notevole imbarazzo con il compagno e problemi di coppia sempre più frequenti, che portano le donne ad evitare del tutto i rapporti sessuali, perchè creano troppo dolore.

Secchezza vaginale prima del ciclo

Molte donne soffrono di questo problema prima del ciclo e questo è dovuto al fatto che, in questo periodo, il corpo si prepara per l’eventuale fecondazione creando un legame tra ovaie, ormoni e sistema nervoso. Durante la fase premestruale il progesterone aumenta e diminuisce la lubrificazione delle pareti della vagina, sviluppando così la secchezza vulvare.

Secchezza vaginale in menopausa

In menopausa questo problema è molto frequente, perché in questa fase della vita della donna scompaiono gli estrogeni, che sono i principali responsabili della lubrificazione della vagina. Quasi la metà delle donne soffre di secchezza vaginale dopo 3 anni dall’ultima mestruazione, arrivando a percentuali sempre maggiori.

Per ovviare a questo disturbo è possibile ricorrere alla terapia ormonale locale. Molte donne, infatti, a causa della secchezza, non riescono più ad avere rapporti con penetrazione vaginale, riferendo di sentire delle piccole ferite sulle pareti della vagina. Queste “ferite” sono generate proprio dalla scarsa lubrificazione durante il rapporto e possono favorire la proliferazione di batteri creando così fastidiose infezioni. E’ indispensabile, anche in questo caso, seguire i rimedi naturali per alleviare i fastidi, per continuare ad avere una vita attiva, a qualsiasi età.

La secchezza vaginale è molto frequente nelle donne in menopausa
La secchezza vulvare è molto frequente nelle donne in menopausa

Secchezza vaginale: rimedi naturali

Le donne che ne soffrono possono aiutarsi con un lubrificante vaginale o una crema vaginale che ci sono in commercio, ma esistono molti rimedi naturali per combatterla: scopriamoli insieme:

Utilizzare sempre un sapone neutro. I saponi troppo acidi o troppo basici possono danneggiare le pareti della vagina. E’ indispensabile infatti, per una corretta igiene intima, utilizzare un detergente neutro. Anche se vengono effettuati diversi lavaggi in una giornata è opportuno farne uno solo con il detergente e gli altri solo con acqua.

Effettuare sciacqui a base di camomilla. Preparate un infuso di camomilla ed utilizzatelo per sciacqui vaginali delicati; potrete effettuare anche sciacqui a base di calendula e malva.

Utilizzare la curcuma nella dieta e preparare un infuso di curcuma e latte da applicare nella parte esterna della vagina, risciacquando poi delicatamente

Applicare una miscela di gel di aloe vera e un po’ di latte sulla vagina; applicare dell’olio di sesamo sulla vagina; applicare tre gocce di tea tree oil sugli slip; applicare lo yogurt bianco nelle zone esterne della vagina, lasciarlo agire per 30 minuti e poi risciacquare ed infine bere tisane a base di valeriana.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!