Tendinite al piede: sintomi, le cure e rimedi della nonna

La tendinite al piede è molto dolorosa. Le cause sono differenti e determinano la tipica sintomatologia. Oltre ai farmaci sono di aiuto i rimedi naturali. E' però fondamentale rivolgersi ad un medico per evitare che l'infiammazione si aggravi.

Tendinite al piede: sintomi, le cure e rimedi della nonna

La tendinite al piede è un’infiammazione, molto comune e frequente, ma soprattutto dolorosa, che colpisce i tendini del piede e della caviglia. Come conseguenza chi ne viene colpito può avere difficoltà nel camminare.

Esistono diversi tipi di tendinite in base alla zona in cui si crea l’infiammazione. In particolare si parla di tendinite achillea, quando interessa il tendine d’Achille, di tendinite tibiale anteriore o posteriore in base alla zona della tibia che colpisce. Inoltre, può essere diagnosticata la tendinite peronea quando sono colpiti i tendini del perone e di tendinite dei tendini estensori delle dita del piede.

Le cause possono essere differenti ed essere collegati ad eventi traumatici o a patologie. Di conseguenza anche i sintomi possono manifestarsi in maniera più o meno grave.

L’infiammazione può essere curata in modo farmacologico o anche attraverso rimedi naturali che hanno origine antiche. Scopriamo le cause principali, i sintomi e come curare in modo naturale l’infiammazione.

La tendinite al piede può essere dovuta alle scarpe
L’uso di scarpe non adatte può causare la tendinite al piede

Le cause più frequenti della tendinite al piede

Tra le principali cause della tendinite al piede quelle più frequenti sono i traumi e gli infortuni, gli sforzi muscolari e tendinei eccessivi, l’utilizzo di scarpe sbagliate e la forma del piede (piatto, cavo).

Altre cause possono essere di natura patologica come alcune malattie metaboliche, l’artrite reumatoide e la gotta.

Fattori di rischio sono da ricercare nella pratica di alcuni sport (calcio, running, pallacanestro, pallavolo, tennis), in alcuni tipi di lavoro che richiedono particolare sforzo degli arti inferiori, l’uso di scarpe scomode, strette o che sollecitano le caviglie.

Sintomi principali della tendinite al piede

Il primo sintomo dichiarato da chi soffre di tendinite al piede è il dolore intenso che si avverte, anche a riposo, nella zona dell’infiammazione. Il dolore, in base al tratto infiammato può estendersi ed interessare parzialmente o totalmente l’arto inferiore.

Altri sintomi facilmente riconducibili al problema sono il gonfiore, il bruciore, la rigidità dell’arto, la debolezza e la diminuzione della forza sul muscolo.

Non è raro avvertire anche dei piccoli crepitii mentre muoviamo l’articolazione del piede.

Lo sport è un fattore di rischio della tendinite
La tendinite coliseu tanti sportivi

Diagnosi

Poiché l’infiammazione si può acutizzare è importante chiedere aiuto ad un fisiatra o ad un ortopedico. Nei casi più gravi, infatti, può essere necessario sottoporre il paziente ad un intervento chirurgico.

Solitamente il medico stabilisce la diagnosi dopo l’anamnesi del paziente. In alcuni casi, però, può essere necessario un approfondimento eseguendo una radiografia del piede, una risonanza magnetica nucleare o un’ecografia.

Cure e trattamenti

Solitamente, la tendinite al piede viene trattata farmacologicamente con farmaci antidolorifici e antiinfiammatori (FANS).

È comunque fondamentale il riposo assoluto per non peggiorare l’infiammazione.

In alcuni casi, il medico può ritenere opportuno sottoporre il paziente a sedute di fisioterapia o infiltrazioni.

Se l’infiammazione non è acuta e grave, solitamente nel giro di qualche settimana il dolore scompare completamente. In altri casi, il dolore può persistere per mesi incidendo sulla capacità motoria del paziente. Per questo motivo, poiché potrebbe esserci il rischio di lesioni al tendine potrebbe essere necessario sottoporre il paziente ad un intervento chirurgico.

L'infiammazione al tendine richiede l'intervento medico
Sarà il medico specialista a stabilire la cura per l’infiammazione al tendine

Rimedi della nonna

Esistono anche rimedi naturali e suggeriti dalla nonna per ridurre il dolore.

La tendinite può essere curata applicando del ghiaccio nella zona del dolore o dove è presente il gonfiore. È importante, in questo caso, avvolgere il ghiaccio in un panno asciutto prima di procedere al trattamento. Il giaccio può essere applicato fino a 5 volte al giorno per almeno 15minuti a volta.

Altri rimedi naturali sono i massaggi con creme alle erbe. Tra quelle più appropriate c’è il gel di aloe vera, l’artiglio del diavolo, l’arnica e i fiori di Bach.

Può essere utile sollevare la gamba per non sovraccaricare l’arto e favorire la circolazione del sangue.

Anche utilizzare un sostegno, le stampelle, specialmente nei casi più gravi, o dei tutori specifici, può aiutare a ridurre il dolore.

Come prevenire la tendinite al piede

La tendinite al piede può essere evitata utilizzando delle scarpe comode e adatte, evitare di sollecitare eccessivamente gli arti inferiori.

Se si è sportivi è buona abitudine sottoporsi regolarmente a controlli ortopedici e fare stretching prima di ogni seduta di allenamento. Anche indossare dei plantari su misura può ridurre i rischi di creare un’infiammazione all’arto inferiore.

In caso si avverte dolore durante l’esercizio fisico, è utile sospendere la sessione di allenamento per permettere al muscolo e al tendine del piede di recuperare.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!