Lingua bianchissima: quali sono le cause ed i rimedi

Le cause della comparsa della lingua bianchissima possono essere numerose; alcune permettono di risolvere il problema con rimedi semplici e naturali altri richiedono necessariamente l'intervento medico perché segnalano infezioni e malattie molto serie.

Lingua bianchissima: quali sono le cause ed i rimedi

Il cavo orale è soggetto ad attacchi da parte di batteri e virus che provocano differenti infezioni, tra cui carie dentali, stomatite e placche, e che tentiamo di combattere, innanzitutto, con l’igiene orale. A volte capita, però, di svegliarsi la mattina con una spiacevole sensazione di bocca “impastata” e, guardandosi allo specchio, osservare una lingua bianchissima, spesso associata alla presenza di alito cattivo (alitosi).

Il fenomeno della lingua molto bianca è piuttosto diffuso sia tra i giovani che tra gli adulti; questo è conseguenza del deposito sulla lingua di cellule morte, detriti e batteri, che formano uno strato bianco, e più o meno evidente, su di essa.

In genere, se il sintomo si presenta raramente, non c’è da preoccuparsi; se invece il sintomo è cronico e si prolunga nel tempo in maniera persistente è consigliabile rivolgersi ad un medico per capire quale sia la causa.

la lingua bianchissima può essere associata all'alito cattivo
Spesso la lingua bianchissima è associata all’alitosi

Le cause della lingua bianchissima

La lingua può diventare molto bianca per differenti motivi, alcuni molto banali, altri più seri.

Tra le cause più frequenti della formazione della patina bianca sulla lingua c’è la scarsa igiene orale, la presenza di tracce di dentifricio lasciate dopo la pulizia del cavo orale, l’uso di un collutorio a base di perossido di idrogeno, la disidratazione, la secchezza della bocca, l’infiammazione delle papille gustative, irritazione della lingua come conseguenza di apparecchi odontoiatrici, i disturbi gastrointestinali, difficoltà nella digestione, l’assunzione di alcuni farmaci, un pasto troppo abbondante che rallenta la digestione o una dieta povera di fibre. Altre cause vanno ricercate nell’eccessivo e frequente consumo di alcolici e superalcolici, nel fumo, nello stress, nell’affaticamento stagionale.

La lingua bianchissima, però, può essere anche un segnale dell’insorgere di infezioni e malattie come la scarlattina, la leucoplachia, il mughetto, la stomatite, la cirrosi epatica, il diabete mellito, la gastrite, l’epatite, intolleranze alimentari, l’herpes simplex, la mononucleosi o indicare un malfunzionamento degli organi interni come fegato e stomaco.

Tra le cause della lingua molto bianca c'è la scarsa igiene orale
La scarsa igiene orale è una delle cause della formazione della patina bianca sulla lingua

Rimedi naturali

Prima di pensare a come eliminare la formazione della patina bianca sulla lingua è necessario capire ed identificare cosa l’abbia determinata e quali sintomi sono ad essa connessi. A volte, infatti, con la lingua bianchissima si può avvertire bruciore, irritazione e l’alterazione del gusto di ciò che mangiamo. Per questo motivo, è consigliabile rivolgersi ad un medico ed affidarsi ai consigli e alle cure che prescriverà o suggerirà.

Quando la lingua si presenta molto bianca in maniera saltuaria ma soprattutto è conseguenza di cause “banali”, come la scarsa igiene orale, possiamo fare ricorso ai rimedi naturali per ripristinare il suo colore naturale.

In commercio, esiste uno strumento in acciaio inossidabile o rame, detto puliscilingua o nettalingua, che permette di rimuovere la patina bianca raschiandola via con delicatezza.

Il puliscilingua o nettalingua permette di raschiare la patina bianca
Il puliscilingua o nettalingua permette di raschiare e rimuovere la patina bianca sulla lingua

I rimedi della nonna

Parlando, invece, di rimedi della nonna, quando la lingua si presenta bianca possiamo utilizzare il bicarbonato di sodio. Una soluzione è cospargete direttamente sulla lingua questa sostanza e strofinatela delicatamente con uno spazzolino o utilizzarle il bicarbonato con un dentifricio da passare sulla lingua. Completata l’operazione, è importante risciacquate la bocca con l’acqua e ripetere il lavaggio due volte al giorno.

Un altro rimedio è preparare una soluzione a base di acqua e curcuma con il quale eseguire dei gargarismi da ripetere due volte al giorno; per preparala bisogna sciogliere in un bicchiere, mezzo cucchiaino di curcuma.

L’acido citrico contenuto nel limone aiuta ad eliminare i batteri e ridurre eventuali infiammazioni. In questi casi, il succo di limone va applicato sulla lingua con un batuffolo di cotone, o si può scegliere di fare degli sciacqui due volte al giorno.

Il succo dell’aloe vera, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche aiuta a contrastare i batteri e ad eliminare la presenza di alito cattivo. In questo caso, bisogna preparare una soluzione a base di aloe vera e acqua con il quale fare dei gargarismi per poi risciacquare la bocca con accuratezza.

Un altro rimedio è l’oil pulling che permette di rimuovere i batteri e le tossine durante la notte quando questi attaccano la lingua e si depositano su di essa. Questo rimedio consiste nel fare un profondo sciacquo in bocca con un cucchiaio di olio vegetali, ad esempio di cocco, girasole, sesamo o oliva. L’oil pulling si usa prima di lavarsi i denti e prima di raschiare la lingua con il nettalingua.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!