Feci chiare quasi bianche: cause e quando preoccuparsi

Le feci chiare, quasi bianche, possono dipendere da diversi fattori. Oltre all'alimentazione, il fenomeno può dipendere da patologie che richiedono l'intervento del medico.

Feci chiare quasi bianche: cause e quando preoccuparsi

Il nostro corpo fornisce indicazioni sulla nostra condizione di salute in vari modi: i sintomi che osserviamo e lamentiamo ne sono la conseguenza. Così come il sangue e le urine anche lo studio delle nostre feci rappresenta un valido strumento per comprendere come ci sentiamo. Le feci chiare, quasi bianche, dette anche ipocromiche, per esempio, indicano una condizione del nostro sistema digerente.

In generale, la defecazione è un processo che cambia durante la nostra vita; la nostra cacca, infatti, cambia forma, consistenza, volume, odore, peso, quantità ma anche colore. Questa può tendere, infatti, al marrone, al verdastro, al nero o essere anche molto chiara.

La colorazione bianca può dipendere da fattori non sempre preoccupanti e risolversi spontaneamente in poco tempo; può però essere anche indice di un problema più serio e richiedere una terapia. Per questo motivo, è importante non ignorare il fenomeno e sapere quando è il caso di chiedere un consulto medico.

Le feci chiare possono essere il sintomo di una patologia da non sottovalutare
Le feci chiare possono essere il sintomo di una patologia da non sottovalutare

Cause principali delle feci chiare o bianche

A stabilire il colore delle feci è la bile; si tratta di un liquido prodotto dal fegato che aiuta il processo della digestione, ma che permette anche l’assorbimento delle vitamine e dei grassi.

Non è raro che i soggetti che seguono una dieta alimentare specifica manifestino le feci bianche. È frequente, infatti, in chi consuma cibi bianchi, come le patate o il riso. Può manifestarsi anche nei soggetti intolleranti a particolari alimenti, tra cui il glutine e il lattosio. Altre condizioni che determinano il fenomeno sono i problemi digestivi che comportano anche la diarrea.

A causare la colorazione chiara delle feci possono essere anche la presenza di agenti patogeni che attaccano il nostro organismo. Virus e batteri, specialmente nei bambini, si introducono nel nostro corpo attraverso le mani, spesso sporche, messe in bocca.

La presenza di feci chiare può indicare anche problemi al pancreas, al fegato o alla cistifellea. Non è raro che il fenomeno si manifesti nei pazienti affetti da anemia, calcoli, cirrosi, varie forme di epatite, mononucleosi, fibrosi, pancreatite e tumori.

Anche nei bambini, la comparsa di feci bianche o troppo chiare può essere legata alle intolleranze alimentari
Anche nei bambini, la comparsa di feci bianche o troppo chiare può essere legata alle intolleranze alimentari

Altre cause delle feci bianche

Ci sono casi in cui la presenza di feci quasi bianche dipenda da altri fattori. Il fenomeno, infatti, può essere dovuto all’assunzione di farmaci necessari per curarci. Non è raro, per esempio, che la condizione sia conseguenza della somministrazione di antibiotici, gli antiinfiammatori o anabolizzanti.

A determinare, però, la colorazione chiara delle feci può essere anche l’eccessivo consumo di alcolici. A causa della bevanda alcolica, infatti, il fegato può infiammarsi; tutto dipende dalla quantità e assiduità con cui si beve.

Studi medici, inoltre, hanno dimostrato che la presenza di feci chiare può dipendere anche da fattori psicosomatici e dal nostro stile di vita. È frequente, per esempio, nei soggetti sottoposti a forte stress durante la giornata o in un determinato periodo.

La diagnosi

Quando la condizione dipende da fattori non chiari o giustificabili, è opportuno rivolgersi al proprio medico o ad uno specialista. Dopo aver eseguito una visita medica generale e raccolto informazioni sul paziente, il medico potrà richiedere accertamenti per definire la diagnosi.

In genere, si inizia con gli esami da laboratorio per riscontrare la presenza di eventuali anomalie. Si tratta delle analisi del sangue, delle urine e delle feci; di queste ultime si studiano la morfologia e la presenza di agenti patogeni.

Quando i risultati delle analisi laboratoriali richiedono ulteriori indagini, il medico potrà prescrivere esami più approfonditi; tra questi, una TAC, un’ecografia dell’addome, i test per la funzionalità epatica e la Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP).

Il medico, in alcuni casi, prescriverà degli esami per comprendere la cause delle feci chiare persistenti.
Il medico, in alcuni casi, prescriverà degli esami per comprendere la cause delle feci chiare persistenti.

Quando preoccuparsi

Nei casi in cui le feci chiare sono un fenomeno raro e occasionale, dovuto per esempio alla dieta non c’è da preoccuparsi. Se dipende dall’assunzione di farmaci, le feci ritornano in pochi giorni alla loro colorazione naturale dopo aver sospeso il farmaco.

Negli altri casi, invece, specialmente se il fenomeno è legato alla comparsa di altri sintomi, è consigliabile chiedere il parere del medico. Una volta identificata la causa del problema, quest’ultimo potrà stabilire la cura adeguata ed eventualmente prescrivere farmaci.

Cosa fare in caso di feci chiare

Anche quando il fenomeno non è connesso a patologie, è importante che il paziente beva molta acqua, corregga l’alimentazione e assuma fermenti lattici per rinforzare e ripristinare la flora intestinale.

Utile, ai fini di stare meglio, è anche cambiare stile di vita e praticare regolarmente un’attività sportiva.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!