Dolore al braccio destro: cause principali e quando preoccuparsi

Le cause del dolore al braccio destro possono essere molteplici. Il dolore non deve essere trascurato o ignorato perché può indicare anche patologie molto gravi. Per questo motivo è utile fare una visita medica se il dolore persiste o se è associato ad altri sintomi

Dolore al braccio destro: cause principali e quando preoccuparsi

Siamo soliti preoccuparci quando avvertiamo dolore al braccio sinistro. Ma cosa succede se questo si avverte dal lato destro? Quali sono le cause e quando dovremmo preoccuparci? Il dolore al braccio destro, infatti, può essere causato da diverse condizioni fisiche e situazioni, tuttavia solitamente aspettiamo che questo cessi in modo naturale.

Come per il braccio sinistro, il dolore può essere continuo o intermittente, acuto o lieve, e può essere associato a bruciore e formicolio. Inoltre, può interessare una parte specifica del braccio o il braccio per intero.

Le cause possono essere connesse a problemi di carattere neurologico, traumatico e muscolare. Può però essere anche un campanello d’allarme che indica un infarto. Per questo motivo, è utile chiedere il consulto medico. Solo in questo modo si potrà avere certezza della causa e procedere con la giusta terapia onde evitare di peggiorare la condizione.

Tra i fattori di rischio del dolore al braccio destro c'è lo sport
Il dolore al braccio destro può essere dovuto a uno sforzo eccessivo

Le cause principali del dolore al braccio destro

Le cause che possono determinare il dolore al braccio sono diverse.

Di origine non patologica sono i traumi, le contusioni, le fratture e le lesioni. Tra queste cause rientrano anche i problemi posturali, le contratture, le tendiniti, gli strappi e gli stiramenti muscolari.

Tuttavia, le cause possono essere attribuite anche a patologie, spesso gravi. Le più frequenti sono l’artrosi cervicale, l’angina pectoris, la cattiva circolazione, la scoliosi, patologie del plesso brachiale destro, neoplasie e neuropatie. A queste si aggiungono, la sindrome dello stretto toracico, le infiammazioni (gomito del tennista), problemi di articolazione, l’artrite reumatoide. Anche la periartrite alla spalla può causare il dolore ed essere molto fastidiosa e debilitante durante lo svolgimento delle attività quotidiane.

Il dolore all’arto destro può essere anche dovuto alla gravidanza, al reflusso gastroesofageo, alla sindrome del tunnel carpale e agli ictus. Può essere anche conseguenza di una mastectomia.

Le cause possono essere trovate anche nelle patologie di tipo psicologico. Stress e attacchi di panico, sono condizioni psicologiche che incidono anche sul corpo.

Sebbene raro, il dolore può essere indice di un attacco di cuore.

La comparsa di altri sintomi oltre al dolore al braccio destro può indicare qualcosa di grave
Bisogna preoccuparsi quando il dolore al braccio destro è connesso con altri sintomi

Dolore al braccio destro: cosa fare e quando preoccuparsi

Tutto dipende dalla causa. Quando la causa è nota ed attribuibile a problemi di natura non patologica non serve preoccuparsi più del necessario. Con un po’ di riposo e qualche trattamento antidolorifico e antinfiammatorio il dolore passerà velocemente. Tuttavia, se il dolore persiste è utile rivolgersi ad un medico specialista per verificare la gravità del danno all’arto.

Se il dolore al braccio destro, invece, non è giustificato da traumi o simili, ed è associato ad altri sintomi è consigliabile fare una visita medica. In particolare, bisogna prestare attenzione, se si avverte formicolio, debolezza muscolare, mal di testa o vertigini. In questo modo, si potrà approfondire la causa del dolore. Anche recarsi con urgenza al pronto soccorso può essere vitale soprattutto se si pensa che possa dipendere da un attacco di cuore o dall’angina pectoris.

fasce e tutori possono aiutare a bloccare i movimenti
In alcuni casi può essere d’aiuto indossare tutori o fasce specifiche

Rimedi

Il trattamento terapeutico dipende dalla causa. Solitamente, il medico per alleviare il dolore prescrive un antidolorifico e un antiinfiammatorio. Nei casi più gravi anche dei cortisoni.

Esistono, inoltre, degli accorgimenti che bisogna rispettare quando è presente il dolore al braccio destro.

Fondamentale sarà il riposo fisico e muscolare fino a quando il dolore non cessa. Utile per la guarigione potrà rivelarsi tenere il braccio sollevato, fare dei massaggi sull’arto. Da evitare sono gli sforzi e bisogna fare particolare attenzione quando si svolge un’attività sportiva. Alcuni sport, infatti, sollecitano più di altri muscoli ed articolazioni degli arti superiori.

Anche indossare un tutore o applicare delle bende intorno al braccio può rivelarsi utile. Questi sistemi, infatti, limitano o bloccano il movimento dell’arto costringendo al riposo.

Anche fare impacchi di ghiaccio può aiutare a togliere il dolore.

Se l’algia dipende da problemi muscolari o articolari è utile rivolgersi ad un fisioterapista. Le tecniche moderne possono essere decisive. Oltre ai massaggi e alla ginnastica posturale e di riabilitazione, si possono utilizzare la tecarterapia, la ionoforesi e la laserterapia. Queste tecniche, infatti, riescono a agire direttamente sul dolore e sulla causa che l’ha determinato.

Anche l’alimentazione ha un ruolo chiave nella cura del dolore. Il regime alimentare deve comprendere sali minerali e vitamine. In particolare, la vitamina E ha proprietà antinfiammatorie. Questa è presente, per esempio, negli olii vegetali, nel grano e nella frutta secca.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!