Condropatia rotulea: i sintomi, le cause, cura e intervento

La condropatia rotulea è una patologia che interessa il ginocchio e la sua articolazione. E' conseguenza della mancanza di cartilagine. Se non curata in tempo può peggiorare e costringere all'intervento chirurgico.

Condropatia rotulea: i sintomi, le cause, cura e intervento

Il termine medico condropatia indica ogni forma di patologia legata alla cartilagine. La condropatia rotulea, o condromalacia, è dunque una patologia che interessa la cartilagine del ginocchio. In particolare, si riferisce al logoramento e rammollimento dello strato di cartilagine che si trova dietro la rotula.

Mancando la cartilagine, come conseguenza, il ginocchio non ha l’ammortizzamento necessario durante il movimento. Questa cartilagine serve da cuscinetto che impedisce lo sfregamento dell’osso patellare con le altre ossa presenti nell’articolazione del ginocchio.

La risposta del corpo sarà un dolore che tenderà ad aumentare con il passare del tempo. Il ginocchio potrà anche gonfiarsi leggermente.

La patologia, se non curata in tempo o trascurata, può degenerare in artrosi. Al fine della diagnosi, sarà utile rivolgersi ad un medico specialista. Dopo aver eseguito l’esame obiettivo stabilirà se richiedere di eseguire degli esami specifici per immagini per valutare la condizione del ginocchio del paziente.

Il dolore al ginocchio degli sportivi può essere dovuto alla condropatia rotulea
Tra gli sportivi, anche i runner possono soffrire di condropatia rotulea

Sintomi della condropatia rotulea

L’algia al ginocchio può essere conseguenza di differenti motivazioni. I sintomi principali della condropatia rotulea sono il dolore localizzato alla rotula e lo scricchiolio del ginocchio quando si piega. Il dolore si acutizza, in modo particolare, quando si eseguono alcuni movimenti, quando si sta in ginocchio o seduti per lungo tempo. Può, in alcuni casi, comparire anche un lieve gonfiore e si può avvertire una sensazione di pesantezza e rigidità.

In alcuni casi, invece, la patologia è asintomatica.

Cause principali della condropatia rotulea

La causa principale che determina la patologia è lo sfregamento della rotula, priva di cartilagine, con il femore. Questo accade ogni volta che il ginocchio si muove. Lo sfregamento, a lungo andare, determina l’insorgere di un’infiammazione. Per questo motivo, l’artrite del ginocchio è considerata una delle cause riconosciute alla patologia.

Come la borsite pertrocanterica, anche questa patologia colpisce principalmente gli sportivi, tra cui i runner. Per quetso motivo, viene anche detta ginocchio del corridore. L’impatto del piede con il suolo, il sovraccarico del ginocchio, infatti, determina infiammazioni e dolori articolari. Non è raro, infatti, che agli sportivi venga diagnosticata la fascite plantare, dolore alla schiena e cervicalgia. Alcuni sport, tra cui appunto la corsa, determina anche il logoramento della cartilagine.

La patologia è conseguenza anche del sovrappeso, della presenza di piedi piatti e della sedentarietà. Cause sono anche la debolezza dei muscoli anteriori della coscia e dell’anca, le deformazioni, il varismo e il valgismo.

Il problema può presentarsi, però, anche a seguito di traumi e incidenti che interessano gli arti inferiori. Tra questi, la lussazione della rotula (o dislocazione patellare).

È stato riscontrato che la patologia interessa maggiormente le donne. La spiegazione è data dal fatto che la muscolatura femminile è meno forte di quella maschile.

Il ghiaccio è utile per il trattamento della condropatia rotulea
La condropatia rotulea si può curare con il ghiaccio

Cure e trattamento

Quando la diagnosi conferma la condropatia rotulea, sarà necessario, in primo luogo, fare riposo assoluto. Nel caso di sportivi, bisognerà evitare le sessioni di allenamento per il tempo necessario alla risoluzione del problema.

I rimedi della patologia cambiano in base alla gravità del caso. Oltre al riposo assoluto, il medico potrà prescrivere degli antinfiammatori e antidolorifici. L’ortopedico, a tal fine, potrebbe anche prescrivere dei cicli d’infiltrazione sul ginocchio a base di cortisoni e acido ialuronico.

Validi sono anche le sedute di fisioterapia, utili per decontrarre e rinforzare i muscoli e le articolazioni.

Per gli sportivi che non vogliono rinunciare all’attività motoria sono, invece, indicati nuoto e ciclismo.

Potrà essere utile anche sostenere il ginocchio con fasce e tutori che permetteranno di alleviare il dolore e consentire il movimento. Anche l’uso di solette e plantari potranno essere di supporto e conforto per il ginocchio.

Nei casi più gravi, bisognerà invece ricorrere all’intervento chirurgico.

Rimedi naturali

Una terapia efficace contro il dolore è la crioterapia. Questa consiste nell’applicazione di ghiaccio sulla zona del ginocchio. È importante, però, ricordare sempre di coprire il ghiaccio con un panno prima di poggiarlo sulla pelle.

Per alleviare il dolore, potrà essere utile anche fare dei massaggi con creme a base di artiglio del diavolo.

Intervento chirurgico

I trattamenti chirurgici per la condropatia rotulea sono differenti. Il tipo di intervento dipende dal caso clinico.

In alcuni casi, per esempio, si potrà effettuare l’artroscopia. Questo consiste nel ricollocamento della rotula e nella pulizia dell’articolazione da eventuali frammenti e corpi mobili.

In altri casi, potrà essere necessario innestare delle cellule staminali per rigenerare e stimolare la riproduzione di cartilagine.

Altri interventi chirurgici consistono nel posizionare una struttura che sostenga e riallinei la rotula o nell’inserimento di una protesi parziale o totale del ginocchio.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!