Quinta settimana di gravidanza: sintomi, valori beta hcg e cosa cambia

La quinta settimana di gravidanza, per molte donne, rappresenta il tassello cruciale, perché è proprio in questi giorni che scoprono di essere incinte: scopriamo insieme cosa accade alla mamma e al bambino

Quinta settimana di gravidanza: sintomi, valori beta hcg e cosa cambia

Eccoci alla quinta settimana di gravidanza, sicuramente avrete appena scoperto di essere incinte, perché il ciclo non è arrivato, oppure inizierete a sospettarlo proprio in questi giorni, perché è passato più di un mese dall’ultima mestruazione. Questa settimana, infatti, è una delle più delicate, proprio perché molte donne si accorgono di aspettare un bambino in questi sette giorni, nonostante l’embrione sia già impiantato all’interno del loro utero.

Il ritardo è evidente, cosa fare? Una delle azioni più emozionanti, per la vita di ogni donna, ovvero provare ad effettuare il test di gravidanza. Il test può essere acquistato in farmacia o anche in supermercato e per farlo basta seguire le indicazioni che sono riportate nella confezione. Soprattutto se si tratta della prima gravidanza, un test non vi basterà per avere la certezza, pertanto molte donne optano per almeno 3 confezioni, per avere la conferma quasi assoluta.

Durante la quinta settimana di gravidanza molte donne si accorgono di essere incinta ed effettuano il test di gravidanza
Durante la quinta settimana di gravidanza molte donne si accorgono di essere incinta ed effettuano il test di gravidanza

Quinta settimana di gravidanza: il test

Il test di gravidanza si basa sulle urine e risulta positivo se l’urina rilascia un ormone, chiamato Beta HCG. Se l’ormone è presente significa, inevitabilmente, che sta iniziando dentro di voi una nuova vita. Ricordiamo che il Beta HCG, denominato l’ormone della gravidanza, viene prodotto da ciò che al momento è il trofoblasto, ovvero la sostanza che tra poco si trasformerà in placenta.

I test di gravidanza sono molto sicuri, però, per avere la conferma assoluta, durante la 5° settimana di gravidanza si può procedere anche con gli esami del sangue, che confermeranno la gravidanza. Per stabilire se una donna è in dolce attesa, anche questi esami ematici si basano sull’HCG chiamata gonadotropina corionica umana, i cui valori alla quinta settimana di gravidanza si attestano tra 330 e 10.200 UI (milli-unità internazionali per millilitro).

Dopo il test o dopo gli esami del sangue, in caso di positività, è necessario rivolgersi ad un ginecologo, che seguirà la gravidanza passo per passo, dando i giusti consigli. Ricordiamo che, chiunque non avesse la possibilità di essere seguita da un medico, privatamente, può farlo rivolgendosi ai dottori dell’ospedale o del consultorio cittadino, che sapranno ugualmente offrire la massima disponibilità e professionalità, a titolo gratuito o dietro al pagamento del ticket regionale, per le prestazioni stabilite.

5° settimana di gravidanza: cosa accade alla mamma

Il primo sintomo della quinta settimana di gravidanza è, come abbiamo già accennato, l’amenorrea, ovvero l’assenza del ciclo mestruale: il ciclo non arriva, di conseguenza si ha il sospetto di essere rimasta incinta. Nel corpo, però, avvengono numerosi altri cambiamenti e quelli principali riguardano il seno, che diventa molto più duro e più teso ed è possibile avvertire anche alcuni dolori o comunque un fastidio diffuso nelle mammelle; tutto ciò si verifica proprio perché il seno avverte tutti i cambiamenti dovuti al concepimento. La temperatura del corpo inizia a salire e durante la 5° settimana di gravidanza si attesta intorno ai 37 gradi, quindi se siete quasi sicure di aspettare un bambino, non preoccupatevi, perché non vi sta venendo la febbre, è la temperatura normale per il vostro corpo.

Possono continuare, le perdite vaginali, già presenti nel corso della quarta settimana di gravidanza. Compare, in questi giorni anche una persistente emicrania, dovuta all’incremento degli ormoni, che potrebbe continuare anche durante la sesta settimana di gravidanza. Se avete il sospetto oppure la certezza di essere incinta, evitate di prendere medicinali per il mal di testa, cercate piuttosto di sopportarlo, provando a bere qualcosa di caldo la sera, un’ottima tisana alla camomilla o alla menta, sono un vero toccasana prima di andare a dormire.

Così come era avvenuto nelle settimane precedenti, persiste nel corso della 5° settimana di gestazione la nausea, che si presenta soprattutto al mattino, appena sveglie e che spesso può protrarsi per tutta la giornata, diventando più intensa a contatto con gli odori forti e che può provocare anche il vomito. Alla fine di questa settimana, si chiuderà il tubo neurale e si può già assumere l’acido folico.

Nel corso della quinta settimana di gravidanza l'embrione può arrivare a misurare 2,5 mm
Nel corso della quinta settimana di gravidanza l’embrione può arrivare a misurare 2,5 mm

Quinta settimana di gravidanza: cosa accade al bambino

Ma cosa succede al protagonista assoluto della vostra gravidanza? In questi giorni l’embrione sta crescendo notevolmente e può arrivare a misurare anche 2,5 millimetri, ma la cosa più importante è che il suo cuoricino continua a battere, ma in questi giorni inizia lo sviluppo del cuore.

Durante la questa settimana è possibile fare un’ecografia transvaginale, durante la quale si può distinguere la testa del vostro bambino, dal suo corpo, oppure ci si può accorgere di aspettare due splendidi gemelli.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!