Come fare le unghie a punta

Le unghie a punta non sono facili da gestire, ma sono davvero belle da ammirare, al punto che spesso vengono utilizzate come modello, per mostrare la bravura di chi le realizza e le decora. Ecco i vari stili e come farle a casa

Come fare le unghie a punta

Le unghie a punta sono una delle manicure più difficili da fare e rappresentano una delle tendenze sempre vive nel campo della moda. Vengono definite anche unghie a stiletto e non sono affatto semplici da gestire e da realizzare. Sono dedicate alle donne molto sicure di sé, che amano sfoggiare le mani affusolate e sempre in ordine, simbolo di una femminilità ostentata, ma mai volgare, di una personalità intensa e nello stesso tempo curata.

Questo tipo di unghie è consigliato per un’occasione importante, essendo molto delicato, bisogna prestare particolare attenzione se si usano frequentemente detersivi o se si scrive spesso al computer. Il colore, per antonomasia, delle unghie a punta è il rosso, anche se questo genere di manicure sta bene con tutto, soprattutto con le decorazioni artistiche delle nail artist.

Proprio per questa straordinaria capacità di sbalordire, le unghie a stiletto vengono spesso fotografate ed utilizzate come modello, per dimostrare le capacità delle estetiste nel realizzare le loro creazioni. Questo genere di unghie, presuppone una lunghezza notevole e quando questo non è possibile, si può ricorrere alla ricostruzione in cartina, che sono senza ombra di dubbio il metodo più indicato per la loro realizzazione.

Come fare le unghie a punta
Le unghie a punta sono le preferite dalle nail artist

Unghie a punta o stiletto: alcune idee

Una volta allungate, le unghia vanno poi decorate e qui ci si può davvero sbizzarrire. C’è chi preferisce che esse vengano abbellite utilizzando un solo colore, che può essere il rosso o il bordeaux, ma sono da preferire anche i colori pastello e le  diverse tonalità del rosa. Molte donne, invece, preferiscono avere le unghie a punta con i brillantini, soprattutto nella parte della punta, dove è possibile realizzare qualche sfumatura, più chiara o più scura, rispetto al resto dell’unghia e applicare i brillantini su di essa. Molto spesso vengono utilizzati anche dei veri e propri giochi di colore e di forme, che alternano colorazioni fantasiose.

Un effetto molto particolare è quello opaco, sul quale va applicata qualche decorazione realizzata in micro pittura, oppure qualche fiore o qualche brillantino di Swarovski, che renderanno il lavoro ancora più brillante. La cosa fondamentale è rivolgersi sempre a dei professionisti che rispettino, soprattutto, le norme igieniche, perché quando si tratta di manicure è molto facile prendere un’infezione o un fungo, in particolar modo se i prodotti non sono adeguatamente sterilizzati, perché gli stessi entrano in contatto con la pelle.

Se le vostre unghie sono abbastanza lunghe, potete optare per una semplice manicure e su di essa applicare uno smalto semipermanente o uno smalto in gel, più resistente e duraturo. La lavorazione, però, dovrà essere molto delicata, perché questo tipo di nail art esige che lo smalto sia molto sottile, per dare alla mano un aspetto estremamente elegante, per tale ragione non viene sempre applicata la ricostruzione in tip.

Stile edge, stipe pipe e stile ad artiglio

Bisogna distinguere tre categorie di unghie a punta: lo stile edge, chiamato anche a spigolo, che è realizzato con i due lati dritti e la punta simile ad un triangolo. Lo stile pipe, che assomiglia leggermente alle unghie a mandorla, essendo la punta un po’ più arrotondata ed, infine, lo stile ad artiglio, che è quello più delicato e quello più difficile da gestire, perché in questo caso le unghie assomigliano ad un vero e proprio artiglio affilato. Queste ultime sono spesso utilizzate nelle dimostrazioni e nelle mostre, soprattutto per testimoniare la bravura nelle decorazioni.

Le unghie a punta ad artiglio sono sicuramente le più difficili da gestire, ma le più belle da sfoggiare nelle occasioni importanti
Le unghie a punta ad artiglio sono sicuramente le più difficili da gestire, ma le più belle da sfoggiare nelle occasioni importanti

Come fare le unghie a punta a casa

E se volessimo realizzarle a casa? Non ci sono problemi, abbiamo la soluzione ideale anche in questo caso. Se avete bisogno di sfoggiare una mano delicata, per qualche evento importante e non c’è il tempo materiale per andare dall’estetista, potete optare per una manicure fai-da-te. Bisogna ricordarsi, però che questo genere di unghie è dedicato solo ed esclusivamente alle donne che hanno le unghia resistenti e dure e che siano lunghe almeno 2 centimetri.

Prima di procedere alla limatura è indispensabile eliminare le pellicine e le cuticole, immergendo le mani nell’acqua tiepida per qualche minuto. Per ottenere un effetto impeccabile è indispensabile iniziare a limare le unghie in maniera uguale da una parte e dall’altra, alternando la limatura per ogni lato, per giungere, infine alla punta, che dovrà essere molto acuminata.

Al termine della limatura, per avere un effetto duraturo, bisogna applicare sull’unghia uno smalto indurente, se non è possibile reperirlo provate anche con uno semplice, trasparente, da far asciugare. Su di esso, poi, applicate il colore che più preferite, terminando il lavoro con un altro passaggio dello smalto incolore.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!