MCV alto: cause principali, sintomi e valori di riferimento

Le cause che determinano un MCV alto sono numerose e solitamente legate ad anemie. Il volume dei globuli rossi è più grande del normale.

MCV alto: cause principali, sintomi e valori di riferimento

Avere il valore MCV alto significa che i globuli rossi, presenti nel nostro sangue, sono più grandi della media. A differenza di quando il valore è più basso, il suo aumento indica un caso di macrocitosi.

L’acronimo MCV, ovvero Mean Cell Volume, indica il volume medio dei globuli rossi nel sangue. La loro funzione è trasportare l’emoglobina che distribuisce l’ossigeno nel corpo.

Le cause dell’aumento del valore possono essere diverse e determinare una sintomatologia comune ad altre patologie. Le analisi del sangue sono richieste quando si sospetta una forma di anemia.

Per questo motivo, dopo aver ritirato le analisi di laboratorio, è importante consegnarle al proprio medico e richiedere il suo parere. Stabilito la causa dell’aumento del volume dei globuli rossi, sarà possibile prescrivere una cura adeguata.

Il valore MCV, insieme al valore MCHC (valore medio dell’emoglobina contenuta nei globuli rossi) e al MCH (contenuto cellulare medio di emoglobina) permette di conoscere il nostro indice corpuscolare.

Il valore mcv alto indica che i globuli rossi sono più grandi
Il valore mcv alto suggerisce che i globuli rossi sono più grandi della norma

Cause principali di MCV alto

Tra le cause principali che determinano un MCV alto ci sono le anemie. Ne esistono di diversi tipi e vengono classificati proprio in base al volume medio dei globuli rossi nel sangue (MCV). Si distinguono le anemie microcitiche (MCV < 80 fl*), le anemie normocitiche (MCV = 80-95 fl) e le anemie macrocitiche (MCV > 95 fl). Il valore elevato può dipendere da anemie emolitiche, da anemia megaloblastica e da anemia perniciosa.

Anche uno stile di vita ed un’alimentazione scorretta possono determinare un’anomalia nel valore di riferimento. A rischio sono anche tutte quelle persone che abusano di alcolici. Quando il valore MCV è alto significa che può esserci una carenza di acido folico e vitamina B12.

È frequente anche nelle pazienti affette da patologie autoimmuni, tra cui l’ipotiroidismo e patologie epatiche, tra cui la cirrosi. Sono soggette anche coloro che hanno la sindrome mielodisplastica, la sferocitosi, iperglicemia e metastasi.

È frequente anche nelle donne in gravidanza in cui insorge il rischio di anemia e può comportare rischi per il bambino.

Eccezioni

Il volume medio dei globuli rossi è leggermente più alto negli atleti, specialmente in chi pratica la corsa. Questo è dovuto all’abbassamento del numero dei globuli rossi, del ferro, dell’ematocrito e dell’emoglobina.

Con il valore mcv alto si possono presentare sintomi differenti
I sintomi dovuti al valore mcv alto sono differenti

Sintomi frequenti

I sintomi che suggeriscono un MCV alto sono quelli che contraddistinguono l’anemia. Si nota soprattutto affaticamento, astenia o debolezza, palpitazioni, tachicardia, dispnea o senso di fiato corto e pallore. Si può manifestare anche intorpidimento degli arti superiori ed inferiori, mani e piedi, irritabilità ed abbassamento della temperatura corporea,

Non è raro che il paziente lamenti cefalea, mancanza di concentrazione, dolori neuromuscolari e dolori al torace.

Valori normali

L’esame per la valutazione del volume medio dei globuli rossi viene prescritto dal medico di fiducia insieme agli altri esami di laboratorio di routine. Le analisi dell’MCV si eseguono con un semplice prelievo del sangue generalmente, al mattino a digiuno. L’esame permette di rilevare eventuali alterazioni che possono derivare da malattie infettive, tumori, patologie ad organi, alterazioni metaboliche o disfunzioni delle ghiandole.

Il valore MCV cambia in base all’età del soggetto e in base all’età; in un adulto, il valore di riferimento corrisponde a 80-100 fL/globulo rosso e può variare leggermente da un laboratorio all’altro.

I femtolitri (fL) sono l’unità di misura del MCV.

Quando il valore è superiore a 100 fL si tratta di macrocitosi e i globuli rossi risultano più grandi; al contrario, se l’indice MCV è basso, ovvero al di sotto di 80 fL, indica una microcitosi ed i globuli rossi sono più piccoli. Quando il valore MCV è normale ma l’emoglobina è bassa si parla di normocitosi.

E' importante stabilire il suo valore
La prima cosa da fare è sottoporsi alle analisi del sangue

Come comportarsi con MCV alto

È importante, prima di stabilire una cura, identificare la causa che ha determinato l’aumento del volume dei globuli rossi. In alcune circostanze, il medico suggerirà di fare ulteriori esami per pronunciarsi con una diagnosi.

Nella maggior parte dei casi, si deve curare l’anemia e integrare nell’alimentazione vitamine e sali minerali. Il medico potrà suggerire di integrare nella propria dieta alimenti che contengono ferro, vitamine ed acido folico. In particolar modo, si consiglia la carne rossa, le uova, il pesce, i legumi, i cereali, le verdure a foglia verde e i frutti ricchi di vitamina C.

Fondamentale sarà cambiare lo stile di vita ed eliminare cibi e bevande che contribuiscono all’innalzamento.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!