Gastrite nervosa: sintomi, cura e cosa mangiare

La gastrite nervosa è un'infiammazione della mucosa gastrica dello stomaco ed è dovuta a fattori psicologici legati allo stress. Vediamo come trattare questo problema e cosa è possibile mangiare

Gastrite nervosa: sintomi, cura e cosa mangiare

La gastrite nervosa è un’infiammazione della mucosa gastrica dello stomaco; le sue cause possono essere numerose, così come le sue varianti. La gastrite si distingue principalmente in acuta e cronica a cui si associa quella nervosa, che ha origine a livello psicologico.

La gastrite nervosa non è una malattia da sottovalutare, perché col passare del tempo si può aggravare, favorendo la formazione di ulcere gastriche. I principali segni della gastrite consistono in un bruciore intenso allo stomaco e un dolore sopra l’addome, che risulta particolarmente gonfio. Gli episodi di dolore sono accompagnati da vomito, nausea ed eruttazione.

Come rima accennato, la principale causa del mal di stomaco da stress va ricercata a livello psicologico. Il paziente non è in grado di far emergere le emozioni che trattiene dentro di se, generalmente si tratta di episodi negativi, di un eccessivo stress a livello lavorativo o familiare, di ansia; tutte queste sensazioni arrivano, tramite il sistema nervoso, nello stomaco e da qui inizia la gastrite nervosa.

Oltre alla cure mediche, però, ricordiamoci una cosa importante: la prima cura inizia da noi stessi, da quello che proviamo dentro, bisognerebbe cercare di gestire lo stress imparando ad esternare le emozioni e non a tenersi sempre tutto dentro, trovando, nel corso della giornata, un po’ di tempo solo per noi.

la gastrite nervosa colpisce i soggetti che non riescono a gestire lo stress
La gastrite nervosa colpisce i soggetti che non riescono a gestire lo stress

Sintomi della gastrite nervosa

I sintomi della gastrite nervosa sono molto simili a quelli della gastrite normale, per saper distinguere le due sintomatologie, infatti, bisogna partire prima di tutto dalla comprensione del nostro stato fisico e mentale. Oltre al gonfiore, alla nausea, al vomito, al dolore e bruciore di stomaco, ci sono altri sintomi che consentono di poter diagnosticare facilmente il mal di stomaco da stress.

Rumori gastrici: questa patologia si presenta principalmente con il sintomo dei gorgoglii gastrici, quando sentiamo questi piccoli rumori provenire dal nostro stomaco, vuol dire che i succhi gastrici non vengono assorbiti normalmente e che stanno intaccando la mucosa.

Andare in bagno più spesso: i soggetti affetti da questo disturbo tendono ad andare in bagno più spesso e nonostante il cibo mangiato sia sempre lo stesso, la defecazione aumenta.

Tosse secca: i soggetti interessati da questo disturbo tendono ad avere una tosse secca che dura nel tempo, nonostante non ci siano infezioni o infiammazioni nelle vie respiratorie, questa tosse infatti è dovuta al reflusso nell’esofago, particolarmente irritato, del bolo alimentare.

Acidità: continuare a sentire una forte acidità di stomaco è sintomo che la gastrite si stia intensificando.

Alitosi: l’alitosi durante questo disturbo gastrico è dovuto al reflusso gastroesofageo e alla relativa irregolarità a livello intestinale.

La gastrite nervosa si presenta con i sintomi simili alla gastrite comune
La gastrite nervosa si presenta con i sintomi simili alla gastrite comune

Dieta per gastrite nervosa: cosa mangiare?

Un’alimentazione corretta è alla base della cura della gastrite, per tale ragione sono da abolire le fritture, i formaggi stagionati, i grassi, i cibi piccanti e le bevande alcoliche.

Bisognerebbe, invece, mangiare, yogurt, uova, carne, pesce, patate, frutta, riso, pasta e verdure cotte. Il tutto deve essere leggermente condito, l’ideale sarebbe dell’olio extravergine di oliva.

Se non potete fare a meno del formaggio, vi consigliamo di assumere quello light e fresco. Lo yogurt andrebbe mangiato almeno una volta al giorno, perché ricco di fermenti lattici, indispensabili per il corretto funzionamento dell’intestino.

La cosa fondamentale da fare è mangiare molto, ma molto lentamente, perché la digestione parte proprio dalla masticazione e bere almeno due litri di acqua al giorno.

Sarebbe opportuno mangiare almeno uno yogurt al giorno se si soffre di gastrite nervosa
Sarebbe opportuno mangiare almeno uno yogurt al giorno se si soffre di gastrite

Rimedi naturali e farmaci

Per curare la gastrite nervosa, come abbiamo già accennato, occorre essenzialmente partire da se stessi, fare un profondo respiro e cercare di capire cosa non va nella nostra vita, come possiamo migliorarla e come possiamo gestire meglio i momenti di maggiore pressione.

Altri utili suggerimenti, per la cura della gastrite nervosa sono: smettere di fumare, dormire almeno otto ore a notte cercando di andare a letto sempre alla stessa ora, staccare internet perché i social sono diventati una vera fonte di dipendenza e di stress.

Il mal di pancia da nervosismo deriva soprattutto dal nemico principale della nostra salute, ovvero lo stress, per tale ragione, per poterla curare, c’è bisogno di iniziare uno stile di vita sano, mangiando regolarmente e praticando dello sport almeno tre volte alla settimana, solo così riuscirete a scaricare un po’ di quella tensione, che viene accumulata nel vostro stomaco.

Non mancano i rimedi naturali per curare la gastrite nervosa, che consistono nella masticazione della liquirizia e nell’assunzione delle tisane, in particolare di quelle a base di camomilla e finocchio.

Se con i rimedi naturali non funziona, è necessario ricorrere a farmaci specifici, in particolare quelli a base di Pantoprazolo e Lansoprazolo. Molto utili possono essere gli antiacidi e i farmaci che proteggono la mucosa gastrica.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!