Dolore all’inguine nelle donne: cause principali e i rimedi

Il dolore all'inguine nelle donne è frequente e può essere determinato da diversi fattori. E' importante rivolgersi ad un medico per la diagnosi e la cura. In alcuni casi può essere necessario intervenire chirurgicamente

Dolore all’inguine nelle donne: cause principali e i rimedi

L’inguine è una zona che fa parte della parete addominale. Ha la forma di un triangolo e si trova tra coscia e addome. Il dolore all’inguine è un disturbo molto frequente nelle donne determinato da diverse cause, alcune patologiche altre fisiologiche.

Il dolore può manifestarsi insieme ad altri sintomi che interessano gli arti inferiori e la schiena ed essere acuto o cronico. Può manifestarsi sul lato destro o sul sinistro. Come conseguenza, chi ne soffre può lamentare bruciore, difficoltà a muoversi, a piegarsi e a stare seduta, fitte, debolezza ed intorpidimento muscolare.

In alcuni casi il dolore compare durante la notte o al mattino appena svegli e persistere per l’intera giornata. In altri casi, invece, il dolore è una reazione ad un altro problema non necessariamente connesso con l’inguine.

Le cure e i trattamenti del caso dipendono dalle cause. In alcuni casi, sarà necessario fare riposo assoluto, in latri si dovrà agire farmacologicamente o chirurgicamente.

Le infezioni vaginali possono causare il dolore all'inguine
Il dolore all’inguine può essere conseguenza di infiammazioni vaginali

Le cause principali del dolore all’inguine

Il dolore all’inguine in una donna può essere causato da alcune patologie o condizioni fisiologiche particolari.

Il disturbo può dipendere da dolori articolari e muscolari, traumi all’inguine, contratture, stiramenti, lussazioni o fratture che interessano anche l’anca.

Anche la presenza di calcoli renali, l’infiammazione dell‘appendicite, la pubalgia, l’artrosi e l’artrite possono determinare la sintomatologia. Altre cause possono essere attribuite alla formazione di un’ernia inguinale, all’orchite.

Ci sono, tuttavia, altre cause da segnalare. Questo dolore, infatti, può essere conseguenza di infezioni vaginali dovute a virus e batteri trasmessi per via sessuale (herpes genitale). Altre cause sono da attribuire a coliche, a cisti ovariche e cistiti o alla sindrome dell’ovaio policistico.

Nelle donne la sintomatologia può essere connessa anche al dolore premestruale.

Consultare il medico è importante in questi casi
Per determinare le cause è bene rivolgersi al proprio medico

Dolore all’inguine in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna subisce tante trasformazioni. Il periodo di gestazione è accompagnato da sintomi che si sviluppano con l’avanzamento della gravidanza. Questi sintomi devono essere riferiti sempre al medico specialista. Sarà lui a stabilirne le cause, l’importanza e la gravità. Non bisogna comunque allarmarsi se prima non viene eseguita una diagnosi.

Il dolore inguinale nelle donne può essere anche un disturbo connesso alla gravidanza. Questo si avverte specialmente nelle ultime settimane di gestazione come conseguenza della sollecitazione, stiramento e tensione dei legamenti che sostengono l’utero.

Anche la pressione del feto sulla zona pelvica può causare il sintomo, così come la compressione del nervo sciatico, la costipazione e la carenza di calcio.

Il dolore può, però, essere un campanello d’allarme che indica una gravidanza extrauterina.

Esistono dei rimedi per il dolore inguinale in gravidanza
Per lenire il dolore inguinale in gravidanza si possono usare delle fasce specifiche

Dolore all’inguine: cure e trattamenti

Il dolore all’inguine, come anticipato, può dipendere da diversi fattori. Quando il dolore è insostenibile e dura per qualche giorno è importante rivolgersi al proprio medico per un consulto.

La prima cosa da fare è stare a riposo, sdraiati, ed applicare se necessario del ghiaccio sula zona dolente. Per lenire il fastidio si può fare pressione sulla zona inguinale e sollevare le gambe.

Il medico, inoltre, in caso di infiammazione può prescrivere l’uso di farmaci anti-infiammatori ed antidolorifici. In questo modo, si potrà alleviare il dolore e allo stesso tempo eliminare l’infiammazione che si è creata. A questi si aggiungono creme e gel da applicare sulla zona del dolore per ridurre la sensazione del fastidio ed eseguire dei massaggi che decontraggono eventuali tensioni muscolari e articolari.

In caso di infortunio, oltre ai farmaci, il medico può consigliare alla paziente di sottoporsi a sedute di fisioterapia mirate a rafforzare la zona del basso ventre.

Discorso diverso deve essere fatto se la causa del dolore inguinale è attribuito a infezioni urinarie e degli organi riproduttivi. In questi casi, infatti, dopo aver eseguito una visita ginecologica specialistica sarà compito del medico prescrivere la cura farmacologica specifica.

Quando il sintomo è conseguenza della gravidanza, il ginecologo può suggerire alla futura mamma di utilizzare delle fasce o bende specifiche per reggere il pancione. In questo modo, muscoli e legamenti non dovranno lavorare più del necessario.

Intervento chirurgico

Esistono però casi in cui è indispensabile agire chirurgicamente anche quando si tratta di dolore all’inguine. Sono da valutare le condizioni fisiche delle donne che presentano un’ernia inguinale o l’appendicite.

Anche in gravidanza esistono casi, come precedentemente indicato, che mettono a rischio la salute della mamma e del bambino.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!