Dieta anticolesterolo: cosa mangiare e cibi da evitare

La dieta anticolesterolo si basa su un regime alimentare che comprende alimenti sani, presenti anche nella dieta mediterranea. Ecco cosa mangiare e evitare per ripristinare o prevenire il problema

Dieta anticolesterolo: cosa mangiare e cibi da evitare

Quando le analisi del sangue rivelano che il nostro colesterolo è alto bisogna intervenire. Esistono vari metodi per abbassarlo velocemente; uno di questi riguarda la nostra alimentazione. La dieta anticolesterolo, infatti, consiste nel consumare nei vari pasti della giornata cibi specifici, ricchi di fibre vegetali e poveri di grassi. Questi alimenti, in particolare, permettono anche di abbassare il livello della glicemia e della pressione arteriosa.

Da evitare, invece, sono tutti quei cibi ricchi di grassi idrogenati e grassi vegetali non idrogenati, oltre a limitare o eliminare del tutto fumo e bevande alcoliche. Sarà cura del medico o dello specialista in nutrizione e dieta suggerire al paziente tutti quegli alimenti da consumare e quali, invece, dovrà evitare.

Ecco dunque alcuni consigli alimentari sui cibi da preferire nella nostra dieta e quali invece sono sconsigliati per non fare aumentare il valore del colesterolo.

In caso di colesterolo alto, è bene consultare un medico
In caso di colesterolo alto, è bene consultare un medico

Cos’è il colesterolo

Il colesterolo, non si deve intendere solo come un elemento negativo nel nostro corpo. Questo, infatti, è un grasso prodotto dall’organismo stesso oltre che dalla nostra assunzione quotidiana di cibo.

Questo grasso è fondamentale per i processi digestivi, per la produzione di vitamina D, per le cellule e per gli ormoni. Per questo motivo, quando facciamo le analisi del sangue nei risultati, possiamo distinguere un colesterolo cosiddetto “cattivo”, l’LDL o lipoproteine a bassa densità, ed un colesterolo HDL, o lipoproteine ad alta densità, definito “buono”. A questi si aggiunge anche il valore del colesterolo totale.

Quando le analisi dimostrano un eccessivo quantitativo di colesterolo cattivo è necessario intervenire. Solo in questo modo, si possono evitare problemi di salute o l’insorgere di patologie anche gravi.

Dieta anticolesterolo: cosa mangiare

I cibi da inserire all’interno di una dieta anticolesterolo sono quelli presenti nei consigli alimentari tipici di una dieta sana ed equilibrata. Un modello da seguire è, per esempio, la dieta mediterranea. Questi alimenti contengono vitamine, sali minerali, amidi e fibre.

I centrifugati di frutta e verdura sono un toccasana
I centrifugati di frutta e verdura sono un toccasana

Sulla nostra tavola, quindi, non devono mancare verdure, cereali, legumi e frutta. In particolare, sono indicati gli spinaci, il carciofo, l’avena, le fave, i piselli, la soia, i fagioli, l’avocado, i cereali integrali e il limone; a questi si possono aggiungere anche le noci, le mandorle, i pistacchi, il cioccolato fondente, l’aglio, l’olio d’oliva, il vino rosso e il te.

Un altro alimento utile è il pesce azzurro perché ricco di Omega-3; si può mangiare, per esempio, anche il salmone. Anche la carne può essere integrata nella nostra dieta ma si deve preferire quella bianca e magra, priva di grassi.

Per abbassare o evitare che il colesterolo si alzi, sono indicati anche i probiotici e alcune spezie come il peperoncino, la curcuma

Cibi da evitare

I grassi idrogenati e i grassi vegetali non idrogenati si trovano principalmente in alimenti come la margarina, i dolci, gli snack salati. Questi alimenti, infatti, se assunti in quantità eccessiva, non riescono ad essere smaltiti dal nostro organismo e si accumulano sotto forma di colesterolo cattivo nel sangue. I rischi per il nostro organismo e per la nostra salute sono molteplici.

I cibi da evitare, quando si vuole seguire una dieta anticolesterolo sono il latte e i latticini, carni grasse, salumi ed insaccati, salsiccia, frattaglie, pollo con la pelle. Inoltre, bisogna limitare il consumo di frutta secca salata o tostata, i carboidrati, le fritture e tutti i condimenti considerati troppo grassi; tra questi, in particolare, lo strutto, il lardo, l’olio di semi ma anche le salse.

E' opportuno ridurre al minimo il consumo di sale
E’ opportuno ridurre al minimo il consumo di sale

Dieta anticolesterolo: consigli utili

Per una cottura priva di grassi è utile scegliere cotture specifiche. Oltre a bollire o lessare i nostri cibi, questi si possono stufare, fare al vapore, al forno o alla griglia. Da evitare, invece, sono le cotture che richiedono di friggere i nostri alimenti o la cottura alla brace.

Un altro metodo per consumare in modo piacevole i nostri pasti è quello di preparare centrifugati di verdure, frutta e spezie. Questi si possono addolcire anche con il miele.

Non bisogna sottovalutare gli effetti dell’eccessivo consumo di sale per condire i nostri piatti, così come gli effetti del fumo e degli alcolici. I pasti devono essere equilibrati e divisi nell’arco della giornata tra quelli principali, il momento dello spuntino e della merenda.

Oltre alla dieta, è importante fare sport ed evitare la sedentarietà e il sovrappeso; bisogna condurre una vita sana senza eccessi di alcun tipo e ridurre lo stress.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!