Feci gialle negli adulti: cause più comuni e rimedi

Il fenomeno della cacca gialla può dipendere da vari fattori e cause che necessitano di essere identificate per porre rimedio al fenomeno. Ecco cosa bisogna sapere e perchè il disturbo non deve essere sottovalutato

Feci gialle negli adulti: cause più comuni e rimedi

La cacca gialla, come quella bianca, può avere molteplici spiegazioni. In generale, le nostre feci cambiano aspetto e caratteristiche nel corso della nostra vita. Di norma, il suo colore è marrone scuro; tuttavia, non è raro che per motivi legati alle nostre abitudini alimentari e stile di vita, oltre che alle nostre condizioni di salute, la cacca cambi colore, forma, consistenza, volume, odore, peso, quantità.

Le nostre feci sono composte da acqua e dai residui di ciò che consumiamo nei nostri pasti, inclusi i grassi, le proteine, le fibre, i batteri e il muco. Nelle feci si deposita anche la bilirubina secretata dal fegato che è responsabile del colore che la nostra cacca assume.

In generale, quando le nostre feci assumono sporadicamente una colorazione gialla o chiara non c’è da preoccuparsi; in caso contrario, invece, è necessario approfondire le cause che l’hanno determinata. Ecco quindi cosa c’è da sapere e come intervenire per ripristinare la sua tipica colorazione.

Cause principali della cacca gialla

La cacca gialla indica che l’apparato gastrointestinale non lavora correttamente e che il nostro organismo ha difficoltà nella fase di digestione. Questo può comportare anche diversi sintomi correlati, come la diarrea.

Il fenomeno può essere temporaneo o persistente. Nel primo caso, non c’è da preoccuparsi poiché la colorazione e i disturbi associati passeranno in breve tempo. Al contrario, se il disturbo persiste, potrebbe indicare la presenza di patologie, anche di una certa importanza.

Se la cacca gialla è un fenomeno sporadico non bisogna preoccuparsi
Se la cacca gialla è un fenomeno sporadico non bisogna preoccuparsi

Le feci gialle possono essere conseguenza di un’alimentazione particolare che predilige alcuni tipi di cibo, solitamente bianchi come patate e riso o che contengono carotene, tipico di carote, zucca, albicocche. Il fenomeno può presentarsi anche nei soggetti intolleranti ad alcuni alimenti: è il caso dei celiaci o di chi è intollerante al lattosio.

A causare la colorazione gialla delle feci possono essere anche i farmaci, tra cui gli antibiotici, gli antiinfiammatori e gli anabolizzanti; alcuni di questi sono prescritti proprio per eliminare dall’organismo la presenza e gli effetti degli agenti patogeni. Virus e batteri, inoltre, possono causare un’anomalia nella colorazione delle feci che possono diventare anche gialle. Ad essere maggiormente esposti a queste infezioni sono i bambini che, inconsapevolmente e con frequenza, tendono a mettere le mani sporche in bocca.

Cause patologiche

Tuttavia, il fenomeno può essere dovuto anche a patologie; è tipico, infatti, in chi ha problemi al pancreas, al fegato o alla cistifellea. Si presenta, per esempio, nei pazienti affetti da anemia, calcoli, cirrosi, epatiti, colite ulcerosa, mononucleosi, fibrosi cistica, pancreatite e tumori.

La condizione è frequente anche in chi soffre della Sindrome dell’intestino irritabile, di reflusso gastroesofageo o del Morbo di Crohn. La cacca gialla può dipendere anche da anomalie del sangue, come per esempio con l’anemia o la talassemia.

Anche le intolleranze alimentari possono causare le feci gialle
Anche le intolleranze alimentari possono causare le feci gialle

Altre cause

La cacca gialla può essere anche conseguenza dell’uso e abuso di alcolici. Il fegato, infatti, in questi casi, si infiamma e non riesce a svolgere la sua funzione correttamente. Sul disturbo, però, influiscono anche fattori psicosomatici e il nostro stile di vita specialmente se soffriamo di ansia e stress.

L’intervento medico

Notare la cacca gialla non deve destare preoccupazione ma, al fine di risolvere il problema è utile consultare il medico.

Secondo il caso, il medico potrà ritenere utile prescrivere al paziente degli esami di laboratorio per identificare eventuali anomalie. Oltre alle analisi del sangue e delle urine, in questo caso sarà prescritto anche quello delle feci. In questo modo si potrà analizzare la morfologia e la presenza di agenti patogeni nella cacca.

Inoltre, potrà essere necessario approfondire il caso eseguendo altri esami; tra questi il medico potrà prescrivere una TAC, un’ecografia dell’addome, i test per la funzionalità epatica e la Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP).

Rimedi per la cacca gialla

La cura per la cacca gialla dipende dalla causa che l’ha determinata. Se il disturbo è temporaneo sarà sufficiente modificare le abitudini alimentari e mangiare “in bianco”. In questi casi, infatti, è necessario eliminare dalla propria dieta alimenti irritanti e prediligere cibi poco conditi e salutari. È necessario, inoltre, bere molta acqua e, per favorire il transito intestinale e ripristinare la flora intestinale, assumere i fermenti lattici.

Utile, specialmente se si riconosce che la causa è da attribuire a fattori psicosomatici, è anche cambiare stile di vita e praticare regolarmente un’attività sportiva.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!