Ecco le principali cause dell’anoressia (1 di 2)

Ecco le principali cause dell’anoressia

Le cause dell’anoressia sono complesse e non sempre le stesse per ogni individuo. Si tratta frequentemente di una combinazione di fattori che possono causare questa bruttissima patologia. Le cause dell’anoressia possono essere di natura psicologica, derivanti perciò dal modo in cui una persona pensa. Possono essere anche ambientali, spesso provenienti dal modo in cui una cultura percepisce le dimensioni e l’aspetto fisico. Infine, le cause possono essere anche di carattere biologico: fame e malnutrizione che influenzano il modo in cui funziona il cervello. Essere consapevoli di tutto ciò è molto importante per evitare di finire in questa spirale o per cercare di uscirne al più presto.

Ecco le principali cause dell’anoressia

Cause biologiche dell’anoressiaL’anoressia inizia spesso nel corso della pubertà. Durante questo periodo il corpo subisce alcuni enormi cambiamenti. Questi cambiamenti sono causati dagli ormoni che inondano il cervello. Tali ormoni aiutano i ragazzi e le ragazze a svilupparsi rapidamente in giovani uomini e donne. Gli ormoni non hanno sempre un effetto positivo e possono essere problematici, in particolare per le ragazze che tendono a soffrire di anoressia molto più che nei ragazzi. Gli ormoni possono causare ansia e stress, i quali a loro volta possono suscitare grandi sentimenti di insicurezza e debolezza.

Ecco le principali cause dell’anoressia

Il ciclo della fame ha un effetto determinante sul funzionamento del nostro cervello. Questo a sua volta può effettivamente peggiorare la condizione di anoressia di cui una persona soffre. Ci possono anche essere squilibri chimici nel cervello che influenzano il modo in cui esso elabora la sensazione di appetito ed il bisogno di mangiare. I segnali che il cervello invia allo stomaco e viceversa possono diventare confusi causando una sensazione di auto-avversione o senso di colpa dopo aver mangiato. Tutto ciò è alla base dello sviluppo dell’anoressia.