Venticinquesima settimana di gravidanza

La venticinquesima settimana di gravidanza non presenta particolari sintomi, se non un leggero mal di testa e un'acidità di stomaco. Il bambino ora è lungo circa 30 centimetri e continua a muoversi. Scopriamo insieme cosa ci attende in questi sette giorni.

Venticinquesima settimana di gravidanza

Siamo a 25 settimane di gravidanza, il pancione continua a crescere e con esso anche il mal di schiena: per questo è bene indossare sempre calzature comode, evitare di stare per molto tempo nella stessa posizione e camminare il più possibile. I tacchi alti sono oramai da dimenticare, optando per delle comode scarpe da tennis o al massimo per un’altezza di 4 centimetri.

La mamma e il bambino, durante la venticinquesima settimana, continuano il loro percorso di simbiosi: lui oramai si muove e tira tanti calci, che la mamma riesce perfettamente a sentire, riuscendo a distinguere anche la posizione esatta del bambino, in quel determinato momento.

Il bambino si muove sempre di più quando la mamma è a letto o sul divano e dorme meno ore, rispetto alle settimane passate, diminuendo ancora il sonno durante le settimane successive.

A 25 settimane di gravidanza è normale avere problemi di acidità di stomaco
A 25 settimane di gravidanza è normale avere problemi di acidità di stomaco

25 settimana di gravidanza: cosa accade alla mamma

Innanzitutto la mamma nota come il suo pancione stia aumentando a vista d’occhio, così come il suo peso: dall’inizio della gravidanza, infatti, la mamma dovrebbe aver preso circa 8 chili. La raccomandazione è sempre quella di non esagerare con il cibo, preferendo la frutta e la verdura quando si ha fame. Se si prendono troppi chili in gravidanza, ci potrebbero essere serie complicazioni per il bambino e per il parto; è vero che bisogna mangiare per due, ma occorre assumere cibi salutari.

Durante la 25° settimana di gravidanza l’affanno inizia a farsi sentire, non è facile camminare e svolgere tutte le faccende di casa con il pancione, calcolando che anche l’utero sta aumentando il suo volume e potrebbe arrivare alla gabbia toracica.

Come evitare il fiato corto? E’ semplice, riuscendo a rallentare il ritmo delle azioni quotidiane. Se prima riuscivate a camminare per 20 minuti, senza stancarvi, ora non sarà più così, dovrete camminarne 10 e poi effettuare una piccola pausa. La stessa cosa per le faccende domestiche, dopo aver lavato il pavimento, riposatevi per qualche minuto e riprendete a fare qualcos’altro. L’importante è evitare l’eccessivo affaticamento.

Gravidanza 25 settimane: disturbi digestivi

A 25 settimane di gravidanza si potrebbero presentare alcuni disturbi digestivi, dovuti all’acidità di stomaco. Se si presentano questi problemi evitate di prendere subito medicinali, provate piuttosto ad alleviare i sintomi con una tisana digestiva, da assumere dopo i pasti, oppure mangiando il finocchio, crudo, che favorisce molto la digestione.

Nel corso della 25° settimana, inoltre, il bisogno impellente di urinare potrebbe farsi più fastidioso, perché l’utero crescendo preme sulla vescica. In questi casi dovete stare attente ai bagni pubblici, cercando di frequentarli proprio quando non potete fare a meno. Le infezioni e le infiammazioni intime, nel periodo della gestazione possono essere molto frequenti, pertanto, cercate di fare la pipì sempre prima di uscire di casa, il vostro corpo vi ringrazierà.

Feto 25 settimane: render 3D
Feto 25 settimane: render 3D

25 settimane di gravidanza: cosa accade al feto

Come procede lo sviluppo del feto durante la venticinquesima settimana di gravidanza? Continua la formazione del cervello e di tutto il sistema nervoso. Anche i suoi muscoli diventano più forti ed è in grado di muovere benissimo mani e piedi. Le ciglia, i capelli e le unghie continuano a crescere.

La cosa più straordinaria di questa 25° settimana è il fatto che il bambino da questo momento sa piangere e continua lo sviluppo dei polmoni. Il suo corpo è interamente ricoperto dalla vernice caveosa, una sostanza che funge da protezione tra la pelle del feto e il liquido amniotico che lo avvolge. Il bambino ora è in grado di distinguere la voce della sua mamma e perché no, anche quella del suo papà, se lui continua a comunicare con il feto, attraverso il pancione.

Fino alla 24° settimana la pelle del bambino si presentava molto sottile, al punto che si potevano notare anche le vene sottostanti, ora invece sotto la pelle inizia a formarsi il tessuto adiposo, che le dà una maggiore consistenza.

Alla venticinquesima settimana di gravidanza il feto pesa tra i 650 e i 665 grammi, questa variazione è dovuta al fatto che ogni bambino è diverso dall’altro, ma soprattutto vi è una notevole differenza, a seconda se il bambino è maschio o femmina, perché le femminucce tendono sempre a pesare almeno 10 grammi in meno, rispetto ai maschi. La lunghezza del feto alla venticinquesima settimana di gravidanza è di circa 30 centimetri.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!