Diabete gestazionale: cause e valori da tenere in considerazione

Il diabete in gravidanza è un disturbo che colpisce le donne incinte che aumentano troppo di peso durante la gestazione oppure che iniziano una gravidanza già con un peso eccessivo. Cerchiamo di capire quali sono le cause precise e i parametri di riferimento

Diabete gestazionale: cause e valori da tenere in considerazione

Il diabete gestazionale si presenta nel momento in cui vi è un aumento della glicemia nel sangue, cioè un aumento del livello di zuccheri nel sangue che, nelle maggior parte dei casi, si manifesta nel secondo trimestre: solo in una minoranza di donne la glicemia risulta alta (a digiuno) già nelle prime settimane di gravidanza.

Il diabete gestazionale non presenta sintomi e pertanto non è facile accorgersi di essere affetti da tale “patologia” se non si esegue la, così nota a tutti, curva glicemica: si tratta di un esame eseguibile in ospedale o presso un laboratorio di analisi cliniche che ha la possibilità di eseguire un esame così specifico – tra la  24° e 28° settimana di gravidanza – che consiste nell’ingerire a digiuno un determinato carico di glucosio per poi valutarne i valori a distanza di 2 ore.

Solitamente il  diabete gestazionale può manifestarsi a causa di un’insufficiente produzione di insulina – cioè di quell’ormone che serve ad abbassare i livelli di glucosio nel sangue – oppure a causa della resistenza di muscolo e fegato all’azione dell’insulina, quest’ultimo solitamente verificabile nelle mamme già in sovrappeso all’inizio della maternità oppure che aumentate eccessivamente di peso nella prima parte della gravidanza. Quando la glicemia risulta più alta dopo i pasti ci troviamo difronte a mamme in cui prevale l’insufficiente produzione di insulina, mentre nelle donne in cui la glicemia risulta più alta il mattino a digiuno, si tratta di resistenza insulinica.

I valori da tener presenti sono: meno di 95 mg/dl la mattina a digiuno, mentre meno di 120 mg/dl due ore dopo la colazione, il pranzo e la cena. Le donne con diabete gestazionale devono quindi monitorare il valore dello zucchero nel sangue (misurando costantemente la glicemia capillare) e registrarne i valori su un foglio da portare periodicamente dal medico che si occupa della sua gravidanza.

Se il diabete gestazionale viene ben controllato grazie ad una dieta a base di verdure e quindi povera di carboidrati, la gravidanza solitamente procede tranquillamente fino al termine, se invece durante la gestazione la glicemia non si riesce a tenere a bada ed è quindi necessaria una terapia insulinica (oppure quando la crescita del feto è eccessiva) potrà essere necessario indurre il travaglio un paio di settimane prima del termine previsto.

I nostri video tutorial
Sonia Verardo

Cosa ne pensa l'autore

Sonia Verardo - Il diabete in gravidanza è una vera scocciatura sopratutto per le donne golose e che fanno fatica a resistere alle tentazioni. Tolto questo "spicciolo" particolare, il diabete gestazionale è tuttavia una patologia molto importante e da non sottovalutare assolutamente, sia per il bene della mamma che per il bene del feto.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!