Aumento di peso in gravidanza: schema mese per mese

L'aumento di peso in gravidanza è un evento fisiologico, che varia da donna a donna, ma non bisogna eccedere. Quanto si può ingrassare al mese?

Aumento di peso in gravidanza: schema mese per mese

L’aumento di peso in gravidanza è molto frequente, un evento naturale e fisiologico.  È il periodo nel quale il corpo della donna si adatta allo sviluppo del feto e alla crescita del bambino fino al parto. Normale perciò vedere i fianchi che si arrotondano, il fisico si prepara accumulando le riserve necessarie per permettere al bambino di svilupparsi, il volume del sangue aumenta, il seno cresce, tutto il corpo della donna gravida si modifica e si ‘ingrossa’. Anche la ritenzione idrica aumenta, facendo sì che il peso sia maggiore.

Molto importante durante la gravidanza è l’alimentazione: bisogna nutrirsi correttamente sia per apportare tutto ciò che serve per questa delicata fase, ma anche per non avere problemi di un aumento del peso corporeo esagerato che può portare a difficoltà. Anche essere sottopeso può avere conseguenze negative per la crescita del feto: sottosviluppo o altro. Ecco che risulta necessario curare particolarmente l’alimentazione e seguire una corretta dieta.

Si propone di seguito uno schema dell’aumento del peso ideale in gravidanza mese per mese.

L'aumento di peso in gravidanza è fisiologico
L’aumento di peso in gravidanza è fisiologico

Gravidanza: aumento di peso mese per mese

L’aumento di peso in gravidanza varia, in linea di massima ma vanno considerate sempre le eccezioni, in base al trimestre. È importante per ogni gestante avere una tabella o uno schema da visualizzare per capire se l’aumento del peso è regolare con la fase di gestazione in cui ci si trova. Ecco come aumenta il peso corporeo della donna gravida durante i trimestri di gravidanza:

  • Primo trimestre: l’aumento può essere lieve o addirittura scarso nei primi tre mesi. Questo può essere dovuto anche al fatto che molte donne soffrono di nausea e vomito, che può portare al contrario a perdere qualche chilo. Nei primi mesi si aumenta solitamente di 1,5-2 kg (500 grammi al mese).
  • Secondo trimestre: il peso corporeo aumenta, le gestanti sentono le note “voglie” e hanno attacchi di fame. È sicuramente giusto togliersi i desideri di determinati cibi, ma bisogna prestare attenzione a non esagerare. Se si nota un aumento troppo elevato del peso in poco tempo bisogna parlarne col medico: al sesto mese si dovrebbe ingrassare di circa 6 kg. L’aumento negli ultimi mesi è di circa 4,5-6 kg (350-450 grammi alla settimana).
  • Terzo trimestre: alla fine della gravidanza l’aumento totale del peso sarà di circa 9/12 kg. Negli ultimi mesi di gestazione si aumenta di circa un kg al mese e tutto deve essere ponderato tra mamma e feto.
In gravidanza bisogna seguire un'alimentazione equilibrata e non mangiare tanto perchè "si è in due"
In gravidanza bisogna seguire un’alimentazione equilibrata e non mangiare tanto perchè “si è in due”

Per ciò che riguarda invece la ripartizione del peso tra mamma e bebè, ovvero in quale modo l’aumento viene suddiviso tra gestante e feto, all’incirca la situazione è la seguente:

  • bambino circa 3/4 kg,
  • riserve lipidiche circa 2/3 kg,
  • ritenzione idrica circa 2 kg,
  • seno circa 400 grammi,
  • volume sanguigno circa un chilo e mezzo,
  • utero meno di un kg,
  • placenta circa mezzo chilo.

Resta da dire che i dati non possono essere esatti e precisi per ogni donna: ognuna ha la propria storia, il proprio fisico ed è diversa da un’altra. Tutto può variare e sarà il ginecologo a verificare caso per caso nelle proprie pazienti.

Calcolo aumento di peso in gravidanza

Se è vero che l’aumento di peso in gravidanza varia da donna a donna, è però possibile fornire degli strumenti utili a calcolare quello ideale, tenendo conto di diversi fattori, tra cui la magrezza della donna. Bisogna far riferimento senza dubbio all’Imc o Bmi (indice massa corporea), cioè il parametro che mette in relazione la massa corporea e la statura di un soggetto. Allora, una volta stabilito questo dato, l’aumento del peso nella gestante sarà all’incirca di: 10 kg in donne con un’Imc di oltre 24, 12 kg per un’Imc di 22 e 23, 15 kg con un’Imc di 19/21, 20 kg se l’Imc è meno di 18.

Consultate il vostro ginecologo per consigli sull'alimentazione da seguire
Consultate il vostro ginecologo per consigli sull’alimentazione da seguire

Anche in questo caso si tratta di numeri indicativi, che vanno accostati a tutto il resto: sarà il medico a verificare se l’aumento del peso corporeo della gestante è nella norma, valutando anche lo stato del bambino. Talvolta l’aumento di peso dipende dalle condizioni di salute della futura mamma.

Alimentazione in gravidanza

Per mantenere un peso ideale in gravidanza è fondamentale seguire una dieta bilanciata, al limite da stabilire con il proprio ginecologo o nutrizionista. Vanno sicuramente evitati i cibi troppo grassi e salati, per esempio gli affettati  come la bresaola o il prosciutto crudo (rischiosi anche per la toxoplasmosi). Sono da evitare anche gli alimenti troppo dolci ed è buona norma non eccedere con cioccolati o caramelle.

Durante la fase gestazionale è sempre meglio preferire più pasti durante il giorno, così che si possa non avere la sensazione di avere lo stomaco vuoto e cadere nella tentazione di mangiare cibi poco salutari.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!