Lavaggio a secco per vestiti: come funziona e consigli utili

Il lavaggio a secco è indicato per i capi d'abbigliamento più delicati. Oltre ad andare in tintoria si possono utilizzare rimedi alternativi naturali. E' però importante però prendere alcune precauzioni.

Lavaggio a secco per vestiti: come funziona e consigli utili

Saper leggere i simboli del lavaggio dei nostri capi di abbigliamento è importante. Lavarli correttamente permette di mantenerli belli più a lungo, come fossero appena stati acquistati. Il lavaggio a secco è consigliato per i capi più delicati e, per questo, in genere ci si rivolge alla tintoria di fiducia. Tuttavia questo specifico tipo di lavaggio si può fare anche a casa. È necessario però prendere alcune precauzioni per evitare di danneggiare i tessuti irreparabilmente.

Gli addetti delle lavanderie a secco utilizzano un tipo di solvente specifico. Tuttavia, esistono dei sistemi alternativi, del tutto naturali, sicuri, innocui, non aggressivi ed efficaci quanto questo solvente.

Prima di procedere con la tecnica a secco, è importante leggere con attenzione l’etichetta. In essa, infatti, si possono trovare eventuali indicazioni e suggerimenti per il lavaggio.

Scopriamo come funziona questo tipo di lavaggio, risparmiando e prendendoci cura dell’ambiente e della nostra salute.

Il lavaggio a secco si può fare anche a casa
Non sempre è necessario rivolgersi alle tintorie per il lavaggio a secco

Come fare il lavaggio a secco fatto in casa

Gli addetti delle lavanderie a secco utilizzano un tipo di solvente specifico, il percloroetilene o tetracloroetilene. Questo solvente, però, non si trova facilmente sul mercato ed è nocivo e pericoloso per la nostra salute. Il solvente, infatti, è cancerogeno. Diversi studi hanno dimostrato che indossare abiti e capi trattati con pulitura a secco possono esporci all’assorbimento della sostanza. Per questo motivo, è importante far arieggiare bene gli indumenti dopo averli ritirati dalla lavanderia e comunque prima di indossarli.

Questo è uno dei motivi per cui tante persone scelgono soluzioni alternative alla tintoria. Per fare il lavaggio a secco in casa bisogna seguire delle semplici regole.

Le soluzioni naturali, ma efficaci, sono differenti. Il tessuto potrà essere trattato con diversi composti e soluzioni liquide in base alla macchia.

I tessuti delicati si possono lavare anche a mano
In alcuni casi si può provare a lavare il capo anche a mano

Acqua frizzante, bicarbonato di sodio e aceto di vino bianco

Per prima cosa stendete un telo di plastica sul piano di lavoro e poggiavi di sopra l’indumento. Preparate una soluzione a base di acqua frizzante, bicarbonato di sodio e aceto di vino bianco. Mescolate gli ingredienti finché non otterrete un composto denso e cremoso. Utilizzando un batuffolo di cotone, impregnato della sostanza, tamponatelo sulle macchie ed aloni presenti sull’indumento. A questo punto, per ripulire il tessuto dal composto utilizzate un panno umido. Lasciate asciugare all’aria aperta senza esporre il vostro capo ai raggi solari diretti.

Limone e bicarbonato di sodio sono soluzioni per il lavaggio a secco
Il lavaggio a secco può essere fatto anche in modo naturale

Succo di limone e sale

Se, invece, le macchie sono meno evidenti, potete anche utilizzare una soluzione a base di succo di limone e sale. Anche in questo caso dovrete ottenere un composto cremoso. Strofinate con delicatezza e cura la zona macchiata e lasciate in posa il composto per circa mezz’ora. Trascorso il tempo, ripulite con attenzione l’indumento. A tal fine, utilizzate un panno morbido bianco inumidito con dell’acqua fresca e pulita.

Alcol e talco

Un’altra soluzione di lavaggio a secco è utilizzare alcol e talco in polvere. A tal fine, coprite il piano di lavoro con un tessuto di cotone. Tamponate la macchia con un batuffolo di cotone impregnato di alcol. A questo punto, rovesciate sulla macchia del talco in polvere e lasciate asciugare. Dopo qualche minuto, rimuovete la polvere con una semplice spazzola per tessuti.

Dopo il lavaggio non si deve lasciare asciugare il vestito ai raggi solari
Non bisogna esporre il capo d’abbigliamento ai raggi solari diretti

Consigli utili

Il lavaggio a secco fatto in casa è certamente un vantaggio dal punto di vista pratico ed economico.

Poiché il trattamento potrebbe rovinare l’indumento, è opportuno seguire qualche piccola precauzione.

Innanzitutto, prima di procedere al lavaggio, testate la soluzione su una piccola parte nascosta dell’indumento. Se non avviene alcuna reazione indesiderata procedete con il lavaggio.

È importante utilizzare sempre e solo acqua fredda.

Osservando l’etichetta, noterete che su di essa è indicato anche il tipo di tessuto. Quando si tratta di lana, cashmere, cotone, lino, seta o poliestere potete anche provare il lavaggio a mano. In questi casi, però, utilizzate sempre acqua fredda e detersivi delicati specifici. È bene tenere a mente che non è sempre necessario utilizzare l’ammorbidente.

Invece, se il tessuto da lavare è in pelle scamosciata o di un tessuto non conosciuto è meglio rivolgersi ad un professionista. Questi saprà come effettuare un lavaggio sicuro e senza rischi.

Una volta lavato ed asciugato il vostro capo d’abbigliamento, procedete con la stiratura secondo quanto suggerito nell’etichetta. In genere, è consigliato per i capi delicati, utilizzare il getto di vapore del ferro da stiro senza farlo entrare in contatto con il tessuto.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!