Orto sul balcone: ecco come realizzarlo

Non c'è niente di più gratificante che ottenere il proprio orto produttivo. Non è necessario avere un grande giardino, con poche accortezze sarà necessario un piccolo balcone.

Orto sul balcone: ecco come realizzarlo

Non importa il tipo di abitazione che si possiede, basta avere un balcone per realizzare un piccolo orto personale. E’ meglio optare per un orientamento del balcone a sud-est in modo che riceva i raggi del sole la mattina ma sarà al riparo dai raggi UV di mezzogiorno. Al contrario, i balconi esposti al nord avranno troppa ombra non opportuna per far crescere frutta e verdura.

E’ importante che il luogo scelto sia protetto dal vento, il quale, se troppo violento, potrebbe piegare gli steli. Per la disposizione degli spazi bisogna considerare che alcune verdure come le melazane, i pomodori o molte erbe aromatiche, amano il sole; mentre lattuga, sedano o carote si accontentano di poche ore di sole; infine prezzemolo o cerfoglio preferiscono zone a mezz’ombra.

Per risparmiare lo spazio a disposizione, si può acquistare una scaffalatura a scala su cui sistemare gli ortaggi per ordine di grandezza. Un’altra soluzione sta nel prendere in considerazione i vasi pensili.

E’ consigliato scegliere le piante più produttive che consentono la rotazione ciclica di diversi ortaggi in un solo vaso. Per esempio sono indicati i ravanelli che si raccolgono dopo 4 settimane dalla semina. La semina dipende dalla stagione e dal mese in cui si sceglie di iniziare il lavoro. Per esempio, Luglio è un mese che richiede frequenti annaffiature; gli ortaggi da seminare sono ravanelli, zucchine, barbabietole, finocchi precoci o prezzemolo. Ad Agosto, invece, si semina la cipolla bianca (che si raccoglierà a tarda primavera dell’estate successiva), spinacio o radicchio di Verona.

Per difendere l’orto dagli uccelli si possono applicare dei nastri di stagnola per spaventarli attraverso i riflessi della luce. Per un orto biologico e sano, non bisogna utilizzare pesticidi ma preferire accostamenti compensatori: per eliminare la possibilità di attacco da parte della mosca della cipolla, bisogna piantare aglio, porro, cipolla e scalogno vicino alle carote. Questo insetto, infatti, viene allontanato dall’odore della carota. Allo stesso modo, l’odore di aglio, cipolla, porro e scalogno, allontanano la mosca della carota. La cipolla, inoltre, allontana anche la mosca del sedano.
Per ottenere buoni risultati da un orto biologico realizzato su un balcone, è necessario informarsi sui “repellenti naturali“.

I nostri video tutorial
Chiara Venditti

Cosa ne pensa l'autore

Chiara Venditti - Nei supermercati troviamo degli ortaggi di cui non sappiamo la provenienza e il metodo di coltivazione, molti sono ottenuti con pesticidi che ritroviamo all'interno dell'alimento senza accorgercene. Un personale orto sarà più sicuro, non è facile ottenerlo ma con pazienza ed esperienza sarà molto gratificante cucinare il proprio pomodoro sicuro e biologico.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!