Olio per capelli: quale scegliere e come usarlo correttamente

Quando si parla di olio per capelli c'è l'imbarazzo della scelta. Tuttavia bisogna sapere scegliere quello adatto alle proprie esigenze e saperlo usare. In commercio se ne trovano diversi dalle proprietà molteplici e benefiche per i nostri capelli.

Olio per capelli: quale scegliere e come usarlo correttamente

I capelli sono un’arma di seduzione e di bellezza per tutte le donne. Devono però essere curati e non solo acconciati secondo la moda o le esigenze del momento. Specialmente quando i capelli sono trattati con colorazioni o permamenti, piastre ed altri attrezzi, l’olio per capelli è utile, se non fondamentale. In estate, l’olio protegge dal sole, dal cloro e dalla salsedine, in inverno, invece, idrata i capelli colpiti dal freddo.

Gli olii per capelli sono indicati per nutrire, ammorbidire, districare, rigenerare, domare e lucidare. Ne esistono specifici per i capelli con doppie punte, per i capelli secchi, grassi, ricci e crespi. Questi si possono acquistare puri o trovarli tra gli ingredienti di shampoo, balsamo e maschere specifiche.

È importante sapere scegliere l’olio più adatto alle proprie esigenze e sapere come usarlo. In questo modo, si eviteranno sgradevoli sensazioni sui capelli e si eviterà di appesantirli.

Scopriamo come sceglierli e come si usano.

Per le doppie punte si può usare l'olio per capelli
L’olio per capelli si usa anche sulle doppie punte

Quale olio per capelli scegliere

Il mercato cosmetico offre una vasta gamma di olii specifici per capelli. Ricchi di vitamine e olii essenziali si possono miscelare tra loro o utilizzarne uno specifico in base alle proprie esigenze. Sugli scaffali si possono trovare puri o misti anche a siliconi. Ognuno di essi ha delle specifiche proprietà che li rende, più o meno, adatti alle diverse esigenze e tipologie di capelli.

Quelli più comuni sono l’olio di cocco, l’olio di argan, l’olio di mandorle, l’olio di jojoba o di avocado. Ci sono anche l’olio extravergine di oliva, l’olio di semi di lino, l’olio di ricino.

Le proprietà dell'olio per capelli sono molteplici
L’olio per capelli ha diverse proprietà

Olio di cocco

L’olio di cocco è certamente il più conosciuto ed utilizzato.

Ricco di proteine è riconoscibile e apprezzato per il suo profumo. È adatto soprattutto per idratare i capelli. Allo stesso tempo, l’olio è in grado di penetrare la struttura del capello, dalla radice alle punte. In questo modo, nutre e ripara anche i capelli danneggiati. Questo trattiene l’umidità restituendo ai capelli corpo e lucentezza. La Vitamina E presente nell’olio aiuta anche a far crescere i capelli in modo sano. Ha anche proprietà antimicrobiche. Contiene, infatti, anche acido laurico e acido caprico utile per prevenire la caduta dei capelli. È in grado di ridurre la forfora e indicato anche per allontanare i pidocchi.

Questo olio per capelli è il più leggero tra tutti e quindi adatto anche ai capelli grassi.

Olio di argan

Originario del Marocco, i benefici dell’olio di argan sono molteplici. Oltre ad essere adatto per eliminare macchie e cicatrici, può essere usato sui nostri capelli. Ricco di antiossidanti, di acidi grassi essenziali, di proteine e vitamine è efficace per idratare, nutrire, ammorbidire e ridurre l’antiestetico effetto crespo dai capelli.

Va applicato sui capelli umidi
Si usa sui capelli umidi

Olio di ricino

Anche l’olio di ricino, come i precedenti, è un alleato per la bellezza e cura dei nostri capelli, oltre che per il nostro benessere. Essendo molto denso, prima di utilizzare questo olio per capelli è necessario diluirlo e utilizzarlo in piccole dosi.

Grazie agli acidi grassi omega-9, componente fortemente idratanti ed emollienti, quest’olio è indicato specialmente sui capelli secchi e crespi. Contrasta anche la formazione delle doppie punte.

L’olio di ricino ha anche proprietà anti-batteriche e anti-micotiche. Per questo motivo è in grado di proteggere il cuoio capelluto da infezioni, spesso causa della perdita dei capelli, fortifica i capelli e agevola la ricrescita.

L'olio per capelli dona alla chioma bellezza
L’olio per capelli mantiene i capelli belli e lucenti

Come si usa l’olio per capelli

L’olio per capelli si usa in modo differente in base all’esigenza. Può restare in posa per tutta la notte o essere risciacquato dopo poco tempo.

Si usa prima dello shampoo, può essere utilizzato come balsamo o come finish sulle punte.

L’olio va applicato su tutta la chioma, dalle radici alle punte; dopo averlo distribuito, eseguite un massaggio su tutta la lunghezza.

Se secchi, l’olio sui capelli, si applica facendo un impacco che precede lo shampoo. Sui capelli grassi, invece, dopo aver inumidito i capelli, si applica su di essi e si procede con la messa in piega. I capelli danneggiati, invece, richiedono di applicare l’olio e lasciare in posa per tutta la notte. In questo caso, è utile raccoglierli sotto una cuffia o una bandana per capelli.

Se i capelli sono invece ricci o crespi, bisogna applicare l’olio, ciocca per ciocca, dopo lo shampoo e sui capelli umidi. Lo stesso criterio si utilizza se si desidera lucidare i capelli. In questo caso, però, bisogna ricordare di non utilizzare piastre o ferri caldi sui capelli per non bruciarli.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!