Come fare una treccia laterale in modo semplice

La treccia laterale è un'alternativa alla classica e tradizionale treccia. Può essere sfoggiata di giorno ma anche nelle occasioni più mondane e importanti. Nelle sue varianti, questa viene realizzata sfruttando l’intera lunghezza dei capelli

Come fare una treccia laterale in modo semplice

Le trecce sono un evergreen. Si prestano per sfoggiare uno stile sbarazzino e casual o per creare delle acconciature più sofisticate, eleganti e d’effetto. Sono, per esempio, sfruttate per le acconciature delle spose, ma anche adatte sui capelli corti. La treccia laterale è un’alternativa alla classica treccia; questa viene realizzata sfruttando l’intera lunghezza dei capelli. In base al taglio, se ne possono eseguire diversi tipi: quella a spina di pesce, quella classica e quella alla francese.

Le trecce, in generale, sono particolarmente apprezzata dalle donne perché versatili e facili da realizzare. Un segreto, per realizzarle bene e farle durare è eseguire l’acconciatura il giorno dopo aver fatto lo shampoo; in alternativa, la tenuta è garantita se si utilizzano dei prodotti per capelli subito dopo il lavaggio in grado di garantire il fissaggio.

Al fine di ottenere una perfetta treccia sul lato della testa è necessario munirsi di una spazzola, di un pettine, di alcuni elastici, forcine e lacca.

La tecnica per fare una treccia laterale è molto semplice
Realizzare una treccia laterale è molto semplice

Tecnica per realizzare una perfetta treccia laterale

La prima cosa da fare è spazzolare con cura i capelli per eliminare nodi e renderli più facili da maneggiare.

Se i vostri capelli sono lunghi, per facilitare l’acconciatura, spostateli tutti su un lato. Prendete, dunque, una ciocca dal lato in cui volete fare iniziare la vostra treccia laterale. Pettinatela e dividetela in tre sessioni. Partendo dalla radice, iniziate a formare una treccia semplice.

Dopo il primo giro, proseguite aggiungendo di volta in volta piccole ciocche esterne, prima su un lato e poi sull’altro aggiungendole alle ciocche principali.

Quando avrete creato la treccia raccogliendo i capelli sulla cute, potrete proseguire, se la lunghezza ve lo permette, con la treccia semplice.

A questo punto, dovrete legare i capelli con l’elastico. In base all’acconciatura, potrete spettinare leggermente la treccia per renderla più morbida, farla laterale o parallela. Quando sarete soddisfatte del risultato, potrete fissare l’acconciatura con della lacca spray.

Possiamo dirigere la treccia laterale in verticale
La treccia laterale può essere eseguita in verticale

Tipi di treccia laterale: quale scegliere?

Le trecce laterali non sono tutte uguali. Le principali sono 3. Esiste, infatti, la treccia laterale a spina di pesce, quella classica e quella alla francese.

Sebbene la tecnica per realizzarle è simile una con l’altra, esistono delle piccole varianti che contraddistinguono l’acconciatura. Scopriamo le differenze.

Treccia laterale a spina di pesce

Questo tipo di treccia, nota anche come spiga di grano, sebbene sembra complicata è molto semplice da realizzare. È adatta per chi ha i capelli lunghi, per essere sfoggiata di giorno ma anche nelle occasioni più mondane.

Per realizzarla correttamente, il primo passaggio da fare è pettinare i capelli e portarli tutti su un lato.

A questo punto, legateli tutti con un elastico facendo una coda laterale. Prestate attenzione che l’attaccatura sia quanto più possibile vicino alla testa. Iniziate a dividere la coda in due sezioni di uguale dimensione.

Prendete una ciocca della sezione di destra e spostatela a sinistra; poi ripetete la stessa operazione con quella di sinistra. Continuate per tutta la lunghezza dei capelli. Quando avrete terminato, mettete un elastico. Potrete anche allentarla sull’intreccio per un effetto più glam. Spruzzate della lacca e tagliate l’elastico all’inizio della treccia.

Treccia laterale classica

Spazzolate i capelli e divideteli in tre sezioni. Prendete una ciocca laterale e portatela al centro; eseguite la stessa operazione con l’altra ciocca esterna. Conclusa la treccia, chiudetela con un elastico. Potrete anche impreziosirla con degli strass o un fermaglio.

Esistono due modi per fare la treccia laterale alla francese
La treccia laterale alla francese può iniziare dal collo o dalla parte superiore della testa

Treccia laterale alla francese

Un’altra alternativa è realizzare la treccia laterale alla francese. La particolarità di questa acconciatura è che, a differenza delle altre tecniche, bisogna fare iniziare la treccia utilizzando i capelli dietro al collo. L’obbiettivo finale sarà avvolgere la treccia dietro la testa per farla scendere lungo la spalla.

Per eseguirla, bisogna, come di consueto, iniziare spazzolando con attenzione tutti i capelli al fine di evitare la presenza di nodi.

Iniziate, dunque, a dividere i capelli in due sezioni. A questo punto, prendete una di queste ciocche, dividetela in 3 parti e iniziate a realizzare una treccia classica. Quando raggiungerà la metà della lunghezza dei capelli, iniziate ad aggiungere la ciocca di una delle 3 sezioni realizzate precedentemente. Procedendo in questo modo, la treccia raggiungerà il lato opposto della testa.

In alternativa, si può eseguire anche sfruttando la parte superiore della testa. La differenza sarà soltanto l’altezza da cui partirà la treccia.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!