Capelli con meches: come si fanno e a chi stanno bene

I capelli con meches sono spesso la scelta ideale per le donne che intendono rinnovare il proprio look, donandosi un tocco di luce e colore. Si possono fare anche a casa acquistando gli appositi kit. Stanno bene sia su chiome lunghe che corte.

Capelli con meches: come si fanno e a chi stanno bene

I capelli con meches sono spesso scelti dalle donne che intendono rinnovare la propria chioma con un tocco di colore in più. Le meches sono una particolare tecnica di colorazione parziale dei capelli. Grazie a esse è possibile illuminare la chioma, donandosi contemporaneamente un nuovo look, senza rinunciare a un aspetto naturale.

Le meches bionde sono le più diffuse, ma non mancano quelle rosse specialmente per chi ha i capelli scuri. Non si tratta di una tecnica nuova, anzi, è una modalità di colorazione piuttosto vecchia, che non passa mai di moda. Nonostante le tante novità degli ultimi anni, come ad esempio il balayage, le donne continuano a scegliere le meches per rinnovare il colore dei propri capelli. Proprio la lunga storia delle meches probabilmente fa propendere le donne a preferirle rispetto ad altre tecniche di colorazione, dal momento che sono ben noti i vantaggi e gli svantaggi.

Con le meches la capigliatura mantiene un aspetto naturale e allo stesso tempo risulta più luminosa e movimentata, soprattutto se si tratta di capelli ondulati e scalati. Vediamo come fare le meches dal parrucchiere o, per le più pratiche, a casa.

Il risultato è perfetto se i capelli appaiono luminosi e naturali
Il risultato è perfetto se i capelli appaiono luminosi e naturali

Come fare i capelli con meches

Occorre innanzitutto scegliere la tonalità in base al colore di capelli che si ha: per le più more si tende spesso a preferire i colori sul rosso, per le più chiare si preferiscono i toni sul biondo. Recandosi presso un rivenditore specializzato è possibile acquistare i pratici kit, che permettono una facile esecuzione a casa dei capelli con meches. Risulta fondamentale scegliere prodotti di alta qualità e adatti alle proprie esigenze: ad esempio, per una cute particolarmente delicata si può optare per una tintura senza ammoniaca.

Oltre alla scelta del colore e del tipo di prodotto, occorre avere a disposizione: una mantella e dei guanti in lattice per proteggere ed evitare di sporcare abiti e mani, carta stagnola o una cuffia con fori (quest’ultima è da preferire se si desiderano strisce più sottili), un pettine, una pinza per capelli e tutto ciò di cui si pensa di avere necessità per agevolare la procedura di colorazione.

Molto importante è mettere la giusta quantità di ossigeno nel preparato, di modo che si possa realizzare il giusto grado di schiaritura delle ciocche. Dopo avere mescolato per bene il tutto e aver separato i capelli, si può iniziare a stendere il colore sulle ciocche. Se si utilizza la cuffia per avere meches più sottili, il lavoro è più veloce e semplice, ma prima di mettere la tintura, è necessario estrarre dai fori le ciocchettine di capelli.

Se invece si opta per la carta stagnola il lavoro di stesura della nuance sulle ciocche può risultare più lungo: sarebbe per questo meglio farsi aiutare da qualcuno, per evitare che passi troppo tempo tra una ciocca e l’altra e che cambi, di conseguenza, il tempo di posa. Dopo aver messo la tinta, bisogna avvolgere le ciocche nelle carta stagnola e arrotolarle. Il tempo di posa può variare a seconda della marca e del tipo di tintura che si utilizza: solitamente è di circa 20 minuti.

Passato il tempo necessario, si prosegue con il risciacquo della cute: è sempre bene utilizzare abbondante acqua tiepida ed eliminare con cura ogni residuo di colore, poi utilizzare un buon balsamo districante e/o una maschera adatta.  Infine, si passa alla fase di asciugatura e piega dei capelli e così si potrà vedere l’effetto ottenuto.

Scegliete il giusto grado di schiaritura che si addice alla vostra pelle
Scegliete il giusto grado di schiaritura che si addice alla vostra pelle

Consigli per mantenere vivo il colore fino al ritocco

Per mantenere vivo il colore si possono utilizzare dei prodotti appositi per capelli colorati e meches, soprattutto le tonalità sul rosso tendono a ‘scaricare’ in fretta ed è buona norma quindi salvaguardare il colore, facendo di tanto in tanto anche delle maschere. Le meches durano in genere circa due/tre mesi, dopo di che si ritoccano, anche perché può essere evidente la ricrescita, specialmente su quelle più grosse. Se invece non si vuole più avere l’effetto meches, si può decidere di coprirle con una nuance unica.

A chi stanno bene i capelli con meches

I capelli con meches sono adatti alle più giovani, così come alle signore di una certa età.

L’effetto può variare a seconda delle ciocche che si sceglie di tingere, specialmente vicino al viso, e in base al tipo di capello: molto diverso l’aspetto meches sui ricci rispetto a una capigliatura liscia e ancora differente su una chioma ondulata. Sia su capelli lunghi che corti, chiari o scuri, il risultato sarà sempre una chioma più ‘movimentata’ e ricca di riflessi.  Senza dubbio, su capelli scalati e lunghi le meches donano particolare movimento alla chioma.

Le meches bionde sono particolarmente indicate a chi ha una base sul castano chiaro o biondo. In questo caso donano qualche contrasto, seppur leggero, alla capigliatura.

Le meches rosse sono scelte più spesso da chi ha capelli castani: donano alla chioma e al viso un tocco di luminosità.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!