Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

L'alimentazione in gravidanza è alla base di una tranquilla gestazione sia per la mamma che per il bambino. Ecco cosa è opportuno mangiare durante la gravidanza e quali sono gli alimenti proibiti, i pericoli e le insidie di certi cibi

Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

L’alimentazione in gravidanza è una cosa molto importante che bisogna curare e tenere sempre sotto controllo. Le nostre nonne dicevano che c’è bisogno di mangiare per due…niente di più sbagliato.

Abbuffate e alimentazione sbagliata sono molto deleteri per la mamma e per il bambino. Anche lo sport in gravidanza non va sottovalutato perché contribuisce a tenere in forma la futura mamma che dovrà affrontare una prova fisica non proprio leggera, tra peso da portare, stanchezza e parto.

Fin dai primi mesi di gestazione avere un occhio di riguardo nell’inserire nella dieta frutta e verdura di stagione è importante ma, allo stesso tempo, oltre al cibo, bisogna prestare attenzione ai liquidi da assumere. È sempre meglio bere acqua naturale oligominerale, dimenticandoci per un bel po’ succhi di frutta e bevande zuccherate che saranno da evitare anche durante l’allattamento.

Una raccomandazione speciale va alle mamme che hanno qualche vizietto di troppo. Sarebbe davvero importante che alcol e fumo fossero totalmente accantonati durante la gestazione; meglio iniziare a depurarsi da sostanze altamente nocive prima del concepimento.

Una dieta sana, un po’ di movimento e la giusta attenzione verso certi alimenti potranno aiutare ciascuna mamma a mettere alla luce un bambino sano e forte!

Alimentazione in gravidanza cosa mangiare e cosa evitare5

Cosa mangiare in gravidanza nel primo trimestre

Chi ben comincia è a metà dell’opera, dice un vecchio proverbio. Lo stesso vale per la gestazione. Come avrete letto e riletto, l’alimentazione durante la gravidanza è molto importante: è necessario tenere sotto controllo il peso ed evitare inutili abbuffate che potrebbero minare la vostra salute e una futura gestione della vostra alimentazione. Non dimenticate, infatti, che dopo il parto non ci saranno più giustificazioni agli sgarri e alle voglie e dovrete rimettervi in riga per il vostro bene!

Il primo trimestre di gravidanza è molto importante per lo sviluppo embrionale ed è una fase piuttosto delicata perché il “fagiolino” che sta nella pancia è più suscettibile a minacce provenienti dall’esterno. In questo specifico periodo della gravidanza possono insorgere problemi come il diabete gestazionale, nonché si possono mettere le basi per parti prematuri, mortalità perinatale e gestosi.

Per prendervi cura di voi e del bambino, in particolare nei primi mesi, oltre a seguire una sana dieta in gravidanza, basata su cibi sani, dovrete bere molta acqua, in particolare se fa caldo, dimenticando bevande gassate e dolci.

I cibi consigliati sono:

  • frutta e verdura, perchè ricche di vitamine e minerali;
  • pesce, almeno una volta la settimana;
  • carboidrati complessi, bene grano integrale, riso, farro, mais

Sono, invece, da evitare:

  • carne rossa, da assumere in minima quantità;
  • alcolici
  • carboidrati semplici, come dolci e caramelle.

Infine, ricordate che prima di assumere qualsiasi preparato erboristico o tisane è meglio chiedere consiglio al medico. I medicinali sono vietati e, se riuscite, limitate o eliminate la nicotina.

Alimentazione in gravidanza cosa mangiare e cosa evitare4

Alimentazione in gravidanza: cosa evitare

Durante la gravidanza ci sono alcuni cibi e certe bevande che sono da evitare per il bene del babino e per la salute della mamma.

Le carni crude, in particolare se non avete ancora contratto la toxoplasmosi, sono assolutamente da evitare. Se non avete il problema della toxo è comunque opportuno assicurarsi di mangiare cibo correttamente conservato e privo di contaminazioni.

Le uova crude sono da evitare, perciò niente tiramisù e maionese fatti in casa…ci potrebbe essere il rischio di venire esposti alla salmonella. Attenzione anche a zabaioni, gelato e creme se prodotte in casa e senza cottura.

Sono da consumare con attenzione e meglio se cotti, i formaggi a crosta bianca perché potrebbe esserci il rischio di contrarre  la listeriosi. Pertanto attenzione a camembert, taleggio e brie.

Tra i formaggi da evitare ci sono anche gorgonzola e roquefort, se non inseriti in piatti a lunga cottura e la fontina perché non pastorizzata. Per lo stesso motivo è da evitare il latte crudo.

Infine, attenzione ai cibi e alle bevande dolcificati artificialmente perché prodotti come l’aspartame possono essere causa di problemi dello sviluppo fetale. Via libera allo zucchero, con moderazione, e alla stevia.

Alimentazione in gravidanza cosa mangiare e cosa evitare2
Toxoplasmosi e gravidanza

Toxoplasmosi

Tra i primi esami che il vostro medico vi farà eseguire, una volta stabilito che state aspettando un bambino, ci sarà quello per valutare se avete già contratto la toxoplasmosi (la maggior parte delle persone non sa di averla avuta). Se il test risulta positivo allora potrete stare tranquille e non dovrete più fare accertamenti; in caso contrario, con regolarità, il ginecologo vi prescriverà l’esame del sangue specifico per tenervi monitorate.

La toxoplasmosi è conosciuta anche come malattia del gatto perché si contrae attraverso un battere presente nelle feci del felino domestico. Questo non significa che, non appena compariranno le due lineette sul test di gravidanza, dovrete mettere alla porta il vostro micio, ma solo che ci saranno delle norme igieniche da tenere a mente. In più, bisognerà fare attenzione a certi cibi che potrebbero essere contaminati.

Alimentazione in gravidanza cosa mangiare e cosa evitare3
Via libera ai cibi cotti

Se avete un gatto in casa per pulire la lettiera utilizzate sempre dei guanti e lavatevi spesso le mani, meglio ancora chiedere al vostro compagno di farlo per voi. Se siete amanti del giardinaggio continuate pure a coltivare la vostra passione ma non dimenticate di indossare i guanti e di non toccarvi il viso finché non vi siete ben lavate mani e braccia.

I cibi vietati in gravidanza se non si ha mai contratto la toxo sono solo le carni crude e gli insaccati non cotti perché l’animale potrebbe aver ingerito il battere. La frutta e la verdura possono essere consumate se ben lavate e meglio se sbucciate. Le verdure cotte sono consigliate! Gli insaccati concessi sono: mortadella, porchetta, fesa di tacchino, prosciutto cotto e tutto ciò che è cotto. Via libera al pesce crudo, come sushi e sashimi.

Se contratta durante la gravidanza, la toxoplasmosi potrebbe causare problemi gravi per il feto, dalle malformazioni all’aborto spontaneo. Se la madre contrae la malattia ad inizio gestazione non è certo che il bambino si ammali: infatti in questo periodo della gravidanza la placenta è molto spessa e potrebbe proteggere il feto.

Al contrario, più avanti si va con le settimane di gestazione più alti sono i rischi che la malattia passi attraverso la placenta ma, d’altro canto, sono molto bassi i rischi di malformazioni.

Alimentazione in gravidanza cosa mangiare e cosa evitare

Alimentazione in allattamento

Durante l’allattamento non sono molti gli alimenti che si dovranno evitare e molto dipenderà dal bambino e dalla sua sensibilità verso certi cibi che avrete mangiato. Alcuni alimenti possono, infatti, incidere sulla qualità del latte e dare problemi al bambino, causando mal di pancia e coliche gassose.

Inoltre, alcuni tipi di carne saporita e pesce (tonno e sgombro), la cipolla nonché broccoli e affini, possono alterare il gusto del latte infastidendo il bambino che potrebbe rifiutare la poppata.

In linea generale è bene evitare cibi troppo zuccherati, come succhi di frutta e altri alimenti dolci che possono causare diarree fermentative ed episodi di mal di pancia. Fagioli e legumi, soffritti, fritti e cibi molto pesanti potrebbe favorire l’insorgenza di colichette pertanto, se vi accorgete che una alimentazione di questo tipo infastidisce il piccolo, cercate di puntare su cibi più leggeri.

Sono da evitare i super alcolici e la nicotina, mentre potrete bere con moderazioni birra e vino (nella misura di un bicchiere al giorno).

Ricordate di assumere sempre molta acqua e di preferire frutta e verdura fresca e di stagione perché durante l’allattamento avrete bisogno di reintegrare liquidi e sali minerali. Una sana alimentazione è sempre l’ideale per mamma e bambino.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!