Valeriana e melatonina, ottimi rimedi per combattere l’insonnia cronica

Verranno prese in esame due sostanze, la melatonina e la valeriana, con particolare attenzione al loro effetto una volta assunte. L'insonnia cronica è un problema da presidiare, analizziamolo.

Valeriana e melatonina, ottimi rimedi per combattere l’insonnia cronica

E’ molto frequente avere problemi di insonnia e al mattino non sentirsi riposati ma anzi stanchi e frustrati, le cause che concorrono all’insonnia sono molte e possono variare da persona a persona, in base allo stile di vita e alle abitudini. Non è infrequente che alcune situazioni  che viviamo ci causino una forte ansia che ci impedisce di prendere sonno, influendo così, negativamente sul nostro umore portando in alcuni casi a lungo andare fino alla comparsa di sindromi depressive. Anche il consumo di alcolici, caffè e bibite ricche di caffeina 1 ora prima di coricarsi possono portare ad avere problemi nel dormire. Tutti questi fattori di rischio agiscono sul nostro orologio biologico e sulla regolazione dei ritmi circadiani, il ciclo sonno-veglia.

Analizziamo la melatonina. La melatonina è un ormone che è presente nel nostro corpo ed è secreto da una ghiandola pineale chiamata epifisi localizzata nel cervello, essa è responsabile della regolazione del ritmo sonno-veglia. Questo ormone è sensibile alla luce e al buio infatti si presenta a livelli più alti con il calare della luce e si riduce quando c’è alta luminosità. L’utilizzo di dispositivi elettronici con alta luminosità determina una riduzione di melatonina per cui si fatica a prendere sonno, soprattutto se questa pratica si prolunga nel tempo.

In commercio esistono molti integratori di melatonina, fermo restando che prima di assumere un integratore è sempre consigliabile ascoltare il parere del proprio medico di base, questi supplementi vanno presi almeno 1 ora prima di coricarsi a letto per permettere che faccia effetto, è inoltre consigliato che venga assunto sempre alla stessa ora in modo tale che il corpo si abitui.

Ora passiamo alla valeriana, questa è una pianta le cui radici contengono proprietà calmanti e sedative, in particolare le sostanze benefiche sono degli acidi che agiscono sul sistema nervoso centrale dove bloccano i mediatori chimici responsabili dell’eccitabilità neuronale, sedando questi recettori si avrà una sensazione di minor ansia e agitazione.

Esistono varie formulazioni di valeriana: ad esempio sotto forma di tisana, ottima d’inverno oppure fresca di frigo d’estate, altrimenti è commercializzata anche sotto forma di pastiglie. 

I nostri video tutorial
Lucs Goders

Cosa ne pensa l'autore

Lucs Goders - Il consiglio che vi do è quello di consultare il proprio medico di base prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco/integratore perchè possono in alcuni casi determinare dei rischi, infatti ci sono alcune controindicazioni per quanto riguarda la valeriana, è sconsigliata per i bambini sotto i 12 anni e nelle donne in gravidanza o in allattamento.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!