Un normale raffreddore si è trasformato in un incubo per un bimbo di 7 anni

Una notizia appena arrivata in redazione, la vicenda sta facendo il giro del mondo. Ecco che cosa è accaduto, qualcosa di sconvolgente. Lanciato anche un disperato appello.

Pubblicato il 1 novembre 2022, alle ore 18:40

Un normale raffreddore si è trasformato in un incubo per un bimbo di 7 anni

Ascolta questo articolo

In Italia in questi giorni si stanno verificando una serie di tragedie che stanno sconvolgendo l’opinione pubblica nazionale. Si tratta molto spesso di incidenti stradali, o peggio ancora morti improvvise a causa di malori di varia natura. Si tratta di tragedie che segnano intere comunità e vengono anche riprese dalla stampa, proprio a causa del loro interesse mediatico che provocano. In queste ore purtroppo altri drammi hanno segnato una comunità nostrana. 

Basti pensare ad esempio a quanto accaduto qualche giorno fa ad Asso, nel comasco, dove un brigadiere dei carabinieri ha sparato al suo comandante alcuni colpi di pistola, uccidendolo. Il militare poi si è barricato in caserma ed è stato portato via soltanto alle prime ore del mattino, quando i nuclei speciali dell’Arma sono entrati nell’edificio. E in queste ore un dramma ha colpito una famiglia. 

Morte improvvisa

Secondo quanto si apprende dalla stampa internazionale, un bambino è morto improvvisamente dopo aver contratto quello che sembrava essere un semplice raffreddore. La giovanissima vittima aveva soltanto 7 anni. La vicenda arriva dagli Stati Uniti d’America , precisamente da Oakland, in California

Qui Andrew Velásquez, 7 anni appunto, avrebbe contratto il Metapneumovirus, un patogeno che colpisce a livello polmonare causando una infezioni piuttosto seria. Nel caso di Andrew la situazione è stata più complessa in quanto il bambino pare soffrisse di asma, e ciò ha portato a improvvise complicazioni. 

Nella serata del 23 ottobre Andrew era stato ad una festa di Halloween e al ritorno a casa ha cominciato a presentare i sintomi del malessere, che appunti apparivano simili ad un raffreddore. Poi con dei medicinali da banco che solitamente i genitori utilizzavano pareva che la situazione si fosse calmata, ma Andrew il mattino dopo ha cominciato a star male a scuola. Qui ha avvertito febbre alta e gli insegnanti hanno chiamato i genitori, per cui il bimbo è stato portato d’urgenza in ospedale. 

Il giorno successivo, Andrew ha subito due attacchi di cuore ed è stato portato in terapia intensiva. I medici hanno spiegato ai genitori che avrebbero dovuto drenare il sangue per poter eliminare il virus. Dopo 48 ore il cuoricino di Andrew ha però finito di battere, ed è morto tra lo strazio dei genitori, che adesso hanno lanciato un appello a tutti: ovvero quello di portare i figli in ospedale se questi ultimi avvertono tale sintomatologia.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire purtroppo come i drammi possano avvenire all'improvviso, dispiace per questo bambino di 7 anni deceduto a causa di un brutto virus polmonare contratto non si sa dove. I genitori sono ancora sconvolti dall'accaduto, vedremo se sul caso ci saranno eventuali aggiornamenti prossimamente. Un dramma assurdo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!