Trovato e arrestato Matteo Messina Denaro: ecco dov’era

Dopo 30 anni di latitanza il boss Matteo Messina Denaro è stato finalmente trovato ed arrestato dalle forze dell'ordine. E' stato beccato mentre si sottoponeva a dei controlli di routine: ecco dove.

Pubblicato il 16 gennaio 2023, alle ore 10:40

Trovato e arrestato Matteo Messina Denaro: ecco dov’era

Ascolta questo articolo

Matteo Messina Denaro è stato uno dei mafiosi italiani più potenti di Cosa nostra, nella lista dei latitanti più pericolosi e ricercati al mondo dal lontano 1993. Dopo 30 anni è stato finalmente rintracciato ed arrestato in un blitz a sopresa dalle forze dell’ordine, le quali lo avrebbero subito trasferito in una località segreta. 

Il capomafia trapanese era già stato condannato all’ergastolo per omicidi di estrema brutalità, tra i quali spicca tragicamente soprattutto quello di Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito sciolto nell’acido dopo due anni di prigionia. Il boss è considerato responsabile anche delle stragi che costarono la vita ai giudici Falcone e Borsellino: ecco dove è stato trovato.

Arrestato il superlatitante

Latitante dall’estate del 93′, in seguito alle stragi mafiose di Roma, Milano e Firenze, Matteo Messina Denaro era l’ultimo grande boss siciliano ancora ricercato. In questi mesi alcune importanti fonti investigative avevano scoperto che il superlatitante si recava spesso in una clinica a Palermo per effettuare alcuni controlli di routine.

La scorsa notte è scattato così il blitz del Ros che, dopo aver dispiegato decine di uomini in tutta la struttura per la tutela dei pazienti, hanno ammanettato il boss mafioso, portantolo in una località segreta. La latitanza del figlio del vecchio capomafia di Castelvetrano Ciccio è stata da record, seconda solo ai 38 anni di Bernardo Provenzano, mentre ha superato invece i 23 anni di Totò Rinaa.

Grande soddisfazione per l’ottima riuscita del blitz anche da parte del Governo, ecco il commento a caldo di Giorgia Meloni: “E’ una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia. All’indomani dell’anniversario dell’arresto di Totò Riina, un altro capo della criminalità organizzata viene assicurato alla giustizia”. La leader di Fratelli d’Italia ha ringraziato poi le forze di polizia e  Procura nazionale antimafia e alla Procura di Palermo “per la cattura dell’esponente più significativo della criminalità mafiosa”.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Davvero una bella notizia, il boss mafioso Matteo Messina Denaro è stato finalmente trovato e ammanettato. Dopo 30 anni di latitanza giustizia è stata fatta. Spero vivamente che si prosegua su questa linea ed altri mafiosi latitanti siano al più presto ammanettati. La data di oggi rappresenta senza dubbio una tappa storica.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!