Il cantante dei "The Wanted" ucciso da un tumore al cervello

Tom Parker dei The Wanted, noti per la hit "Glad You Came" del 2012, è morto a soli 33 anni. Ad ottobre del 2020 il cantante aveva annunciato di avere un cancro terminale al cervello. Lascia una moglie e due figli piccoli.

Il cantante dei "The Wanted" ucciso da un tumore al cervello

Ascolta questo articolo

La terribile notizia della scomparsa del cantante è stata confermata dalla moglie Kesley, che è rimasta al suo fianco durante la sua battaglia con la malattia e con la quale condivideva due figli piccoli.

È con il cuore spezzato che confermiamo che Tom è morto pacificamente oggi, circondato dalla sua famiglia. I nostri cuori sono spezzati. Tom era il centro del nostro mondo, e non possiamo immaginare la vita senza il suo sorriso contagioso e la sua presenza energetica“, si legge sul comunicato postato dalla moglie.

Tom Parker, cantante della boy band “The Wanted”, è morto a soli 33 anni dopo una lotta contro un tumore al cervello.

La 32enne Kesley prosegue ringraziando l’amore ed il supporto che sono arrivati alla famiglia dopo la diagnosi, e invita tutti ad unirsi affinché “la luce di Tom continui a brillare per i suoi bellissimi bambini“. Tom e Kesley sono genitori di Aurelia, due anni, e Bodhi, un anno. La diagnosi di tumore terminale arrivò quando Kesley era alla 36esima settimana di gravidanza per il secondogenito della coppia.

Solo la scorsa settimana il cantante aveva rivelato che stava scrivendo un libro sulla sua battaglia contro il cancro al cervello, che sarebbe uscito a luglio. Il libro, intitolato “Hope” che vuol dire “Speranza”, doveva essere un libro che non parlava della morte, ma di “trovare speranza nonostante la situazione in cui ti trovi”, aveva detto Tom.

Il cantante, che insieme ai “The Wanted” aveva raggiunto il successo grazie al singolo “Glad You Came” del 2012, aveva annunciato ad Ottobre del 2020 la diagnosi di tumore terminale al cervello, con una prognosi di soli 12 mesi di vita. Lo scorso anno aveva confermato che il glioblastoma al quarto stadio era stabile in seguito ad una risonanza, ma la malattia ha continuato inesorabile ad avanzare fino alla sua scomparsa dopo 17 mesi dall’annuncio del tumore.

I nostri video tutorial
Anna Santini

Cosa ne pensa l'autore

Anna Santini - Una notizia assolutamente terribile, avevo scritto io l'articolo quando annunciò la sua diagnosi, e pur sapendo che era un tumore terminale ho sperato fino all'ultimo che potesse per lui avvenire il miracolo. Mi dispiace tantissimo per la sua famiglia, i figli sono così piccoli che non se lo potranno neanche ricordare.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!