“Suicidio”. Pupo, la drammatica notizia gela i fan del cantante (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Pupo, all’anagrafe Enzo Ghinazzi, è uno dei cantanti più amati del panorama musicale italiano. Nato a Ponticino, in Provincia di Arezzo, l’11 settembre 1955,  ha ereditato la passione per la musica dai suoi genitori, amanti del canto e della recitazione.

I suoi esordi affondano le radici negli anni 70, quando ha iniziato a cantare con alcuni suoi amici nei locali della zona, sino all’avvio della sua carriera, nel 1975, con la firma di un contratto con la Baby Records.

Da lì in poi, è stata tutta un’escalation di successi, considerati patrimonio del pop italiano. Tra questi “Gelato al cioccolato” e”Firenze Santa Maria Novella”, giusto per citarne solo due.

Movimentatissima la sua vita sentimentale, come più volte dichiarato dallo stesso artista in diverse interviste. Enzo Ghinazzi si è innamorato giovanissimo di Anna e nel luglio 1974 si è sposato. La coppia ha avuto due figlie, Ilaria e Clara. Alcuni anni dopo, Pupo ha riconosciuto la sua terza figlia Valentina, nata da una sua breve relazione con una fan.

Le cose si sono complicate quando, sul finire degli anni ottanta si è innamorato della sua manager Patricia Abati. In un primo momento i due si sono frequentati di nascosto, ma alla fine il cantante ha deciso di uscire allo scoperto. Tutt’oggi, Pupo vive in una sorta di situazione di bigamia non avendo mai lasciato la moglie. Eppure ci sono cose che non tutti sanno sul cantante. Parliamo di vicende davvero tristi della sua vita. Vediamo cosa, lo stesso Pupo, ha dichiarato.