"Stop al Canone RAI nel 2023 per questi italiani": la circolare è arrivata poco fa

Ottime notizie per i contribuenti italiani, dal prossimo anno potrebbe esserci lo stop al Canone Rai. Riguarda solo alcune categorie specifiche: scopriamo quali.

Pubblicato il 6 ottobre 2022, alle ore 9:50

"Stop al Canone RAI nel 2023 per questi italiani": la circolare è arrivata poco fa

Ascolta questo articolo

Il canone Rai è un’imposta annuale sugli apparecchi televisivi detenuti dal titolare nella propria residenza o in abitazioni secondarie, atti appunto alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano. Il costo del canone è pari a 90 euro l’anno e viene addebitato direttamente nella bolletta della luce.

Questa imposta si paga una sola volta per famiglia anagrafica, purchè i famigliari abbiano residenza nella stessa abitazione. Si tratta di una delle esborsi più vituperati dagli italiani, molti dei quali lamentano di essere costretti a pagarla nonostante non seguano la programmazione della tv di Stato. La buona notizia è che, in vista del prossimo anno, potrebbe allargarsi il ventaglio dei cittadini esonerati dal pagamento del canone: ecco chi non lo pagherà.

Chi sarà esonerato

Sono in tanti a non essere a conoscenza del fatto che il canone prevede delle categorie esonerate. Innanzitutto, l’imposta riguarda solo chi possieda un apparecchio tv che riceve il segnale del digitale terrestre o del satellitare, sono esonerati, invece, i possessori di vecchi televisori analogici e computer.

In vista del 2023, ad essere escluso da questo onere sarà anche chi ha un‘età maggiore di 75 anni e percepisce un reddito annuo sino ad 8 mila euro, mentre per chi risiede all’estero deve pagare il canone solo nel caso in cui detenga in Italia una televizione. Tuttavia, l’esonero non avviene in via automatica, occorrerà inviare una specifica richiesta all’Agenzia delle Entrate accedento al portale ufficiale dell’ente mediante le proprie credenziali Spid.

Per chi non ha particolare dimestichezza con i mezzi infomatici, potrà recarsi presso un Caf o un Patronato per spedire la richiesta di esonero via posta. Altra buona notizia in vista del nuovo anno è che il canone Rai non si pagherà più con la bolletta delle utenze per la fornitura di energia elettrica, ma si tornerà a pagarlo separatamente cosi come si prevedeva prima del 2016. 

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Il canone Rai è un'imposta statale che ammette alcune categorie di esonerati. Sono in pochi a sapere che esistano appunto degli esoneri, personalmente ne ignoravo l'esistenza. Sicuramente si tratta solo di poche categorie di persone, tuttavia è sempre bene sapere se farne parte o meno. Per il resto sono d'accordo sul fatto che non debba essere pagato con la bolletta della luce.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!