Speranze finite, è appena arrivata la conferma a seguito dell’identificazione del cadavere

Sono stati giorni di attesa e di speranza, questi. Purtroppo la conferma che si tratta proprio di lui è arrivata con l'identificazione del cadavere. Un triste epilogo.

Speranze finite, è appena arrivata la conferma a seguito dell’identificazione del cadavere

Ascolta questo articolo

Risultava disperso. Di lui si era persa ogni traccia e le ricerche sono scattate immediatamente. I familiari e i conoscenti non avevano mai perso la speranza di ritrovarlo.

Nelle scorse ore, però, come un fulmine a ciel sereno, si è avuta la notizia del ritrovamento del suo cadavere, che ha gettato l’Italia nello sconforto più totale.

La tragedia

Ogni speranza è stata stroncata, la scorsa notte, dal ritrovamento, da parte dei soccorritori, del suo corpo senza vita. Questi ultimi, dopo aver ricostruito analiticamente gli ultimi spostamenti, lo hanno cercato senza sosta, sfidando il tempo, lo scorrere delle ore, fino al tragico epilogo, quello che forse nessuno si sarebbe mai aspettato.  Nelle acque del torrente Mastallone hanno ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista 37enne, le cui sorti avevano tenuto col fiato sospeso gli italiani.

Il corpo giaceva nei pressi del Ponte della Gula, lo storico ponte di pietra che scavalca il torrente poco più a monte dell’abitato di Varalla, comune in provincia di Vercelli e, al momento, gli inquirenti che indagano sulle cause del decesso non escludono nessuna pista, dal suicidio (ipotesi al momento più accreditata dato che la zona non è estranea ad eventi di questo tipo), ad un incidente o un malore.  Le indagini delle forze dell’ordine proseguono a ritmo serrato per accertare l’accaduto. Gli stessi soccorritori, inoltre, hanno rinvenuto anche il veicolo dell’uomo, poco distante dalla zona del ritrovamento del cadavere, indice che la vittima sia giunta sul posto volontariamente.

Gli uomini del soccorso alpino della guardia di finanza di Alagna Valsesia hanno recuperato la salma ma sul luogo del macabro ritrovamento sono accorsi anche i vigili del fuoco e i carabinieri.. Il corpo del povero escursionista è stata messo disposizione dell’autorità giudiziaria che, probabilmente, disporrà l’esame autoptico. La vittima è il 37enne Andrea Pierrettori, una delle Guide alpine di Alagna. Sin da quando era scattato l’allarme per la sua scomparsa, si è fatto il possibile ma le ricerche si sono concluse nel peggiore dei modi.

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Una notizia davvero terribile, che lascia senza parole. Speriamo che presto si possa far chiarezza sulle cause del decesso e capire se si sia trattato di un gesto volontario o di un incidente che non ha lasciato scampo alla vittima. In attesa di aggiornamenti, pongo le mie più sentite condoglianze ai familiari della vittima.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!