Sinisa Mihajlovic, la rivelazione di Mario Giordano: “Lo ha fatto prima di morire” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sinisa Mihajlovic ha perso la sua più grande battaglia: quella contro la leucemia mieloide acuta, un brutto male contro il quale ha combattuto strenuamente per 3 anni e mezzo.

Non ha mai mollato, non ha mai rinunciato a continuare a vivere come se niente fosse, tranne che nei momenti più difficili o quelli in cui era costretto a fermarsi per potersi sottoporre a cure particolarmente invasive.

In tanti ricorderanno il triste annuncio, che lo stesso grande calciatore e allenatore diede, visibilmente commosso, in una conferenza stampa a Casteldebole.

Ha sempre lottato, come un leone, come se “il mostro” fosse solo un fastidio passeggero che non avrebbe mai potuto intralciare il suo lavoro, ma soprattutto la sua vita.

Dopo tre anni di cure, un trapianto al midollo e il ritorno sulla panchina del Bologna, è arrivato il momento dell’esonero a settembre, dopo un difficile inizio di campionato, sino alla notizia che non avremmo mai voluto sentire; quella del suo decesso.