Ragazzi dispersi nel fiume, il dolore della mamma di Patrizia (1 / 2)

Ragazzi dispersi nel fiume, il dolore della mamma di Patrizia

Purtroppo come si sa nella vita di ognuno di noi ne possono accadere di tutti i colori. Si tratta di episodi molto particolari che possono destare preoccupazione nelle persone e che molte volte mandano nel panico intere comunità.

Comunità che se molto piccole si trovano a volte a dover fare i conti con episodi molto particolari. Si pensi ad esempio quando scompare una persona che può essere giovanissima, circostanza che può accadere per diversi motivi e che ogni tanto apprendiamo dalla stampa.

Le persone possono anche perdere la vita per i motivi più disparati o comunque possono accadere eventi molto importanti che mobilitano la stampa nazionale. In questi giorni sta tenendo banco nella pubblica opinione il caso dei tre ragazzi dispersi dove essere stati colpiti dalla piena del fiume Natisone a Premariacco, fra Udine e il confine sloveno, in Friuli Venezia Giulia.

Il corso d’acqua era in piena a causa del maltempo degli ultimi giorni e improvvisamente i ragazzi si sono visti arrivare l’acqua fin dove si trovavano loro. L’acqua ha cominciato a salire in pochissimo tempo ma i ragazzi hanno fatto in tempo a trovare una piccola isoletta di ghiaia nel fiume.

Ma anche questa in brevissimo tempo è stata sommersa dalla forza dell’acqua e i ragazzi sono stati trascinati via dalla corrente. Una immagine li mostra abbracciati mentre tentano in maniera disperata di resistere alla forza dell’acqua.

Nella prossima pagina andremo a vedere nel dettaglio le parole di una delle ragazze che risultano disperse sono parole molto forti.