Posizioni per dormire bene la notte: le migliori e le peggiori

Un buon sonno migliora la salute fisica e psicologica di ogni persona. Ecco quindi che le posizioni per dormire bene la notte sono fondamentali. Scopriamo le migliori e le peggiori

Posizioni per dormire bene la notte: le migliori e le peggiori

Le posizioni per dormire bene la notte sono fondamentali per avere un aspetto fresco e riposato e soprattutto per poter affrontare al meglio tutte le attività quotidiane.

Ecco, quindi, che conoscere le posizioni migliori e le peggiori è di fondamentale importanza per poterci alzare al mattino riposati ed in forma, pronti ad affrontare le tante sfide della giornata.  

Dormire a pancia in giù

Dormire a pancia in giù ci fa russare meno e riduce l’apnea notturna. In questa posizione, però, assumiamo una curvatura innaturale della colonna vertebrale, causando dolore alla schiena. La testa è rivolta da un lato e quindi si ha una forzatura del collo, inoltre, questa posizione preme la pelle del viso causando così la comparsa delle rughe.

Dormire a pancia in sù

Questa è una buona posizione per dormire. La spina dorsale e il collo non vengono forzati e quindi non sono costretti a nessuna torsione. Diminuisce la comparsa delle rughe, poiché il viso non viene stropicciato dal cuscino.

Dormire a pancia in sù, però, influisce sulla respirazione. Infatti gli episodi di russamento cronico e di apnea notturna sono più frequenti in questa posizione. Per chi tende a russare è meglio assumere una posizione fetale.

Dormire sul fianco

Questa è la posizione scelta dalla maggior parte delle persone. È ideale per le donne in gravidanza perché migliora la circolazione ed i medici stessi sconsigliano alle donne incinte di dormire a pancia in sù per non portare pressione sulla parte bassa della schiena causando così lo svenimento.

Un altro pro di questa posizione è che dormendo di lato allevia il bruciore di stomaco e il reflusso acido. Quando si assume questa posizione, però, è sempre meglio mettere un cuscino tra le ginocchia perché allinea i fianchi e migliora le articolazioni. Il cuscino distribuisce in modo uniforme il peso corporeo durante il sonno, dando una sensazione di conforto fino al risveglio.

Quando dormiamo di fianco è utile alternare i lati perché questa posizione esercita pressione sullo stomaco e sui polmoni. Evita di portare il braccio sotto la testa perché causa tensione ai muscoli e ai nervi.

I nostri video tutorial
Liliana Terlizzi

Cosa ne pensa l'autore

Liliana Terlizzi - Dormire sembra la cosa più semplice e naturale ma in realtà non è proprio cosi. Se si dorme tanto o poco può portare a numerose malattie tra cui l'obesità e alcune malattie cardiache. Anche le posizioni che assumiamo durante il sonno sono un ruolo fondamentale per la salute di una persona.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!