Piangere fa star bene: libera dalle tensioni e dona benessere interiore

Se un'emozione ci strappa qualche lacrima non dobbiamo aver nessun timore di farla scorrere sul nostro viso. Il saper piangere infatti ci aiuta a compiere una pulizia interiore dando vita a un nuovo e sereno equilibrio.

Pubblicato il 6 novembre 2022, alle ore 10:01

Piangere fa star bene: libera dalle tensioni e dona benessere interiore

Ascolta questo articolo

Una lacrima, un’altra e un’altra ancora, il respiro si fa corto, un singhiozzo, un altro, l’espressione sul viso cambia… giunge il pianto, una vera salvezza che ci dona benessere. Il pianto si può definire un “pronto soccorso naturale” in quanto produce enkefalina, un oppioide endogeno che è un potente anestetico. La sua funzione è duplice: la principale è quella di scaricare le tensioni accumulate, rilassando i muscoli, l’altra è quella di lavare la cornea nel monento in cui l’occhio viene irritato da un corpo estraneo ad esempio una ciglia,un moscerino o della polvere.

Anche dopo aver fatto l’amore, dopo il piacere estremo, può capitare che scenda dagli occhi qualche lacrima ma anche sgorgare un forte pianto, ma non c’è da preoccuparsi perché è del tutto normale, esso può nascere dalla forte emozione dell’intimità appena vissuta liberando senza freno una scarica di emozioni tenuto nel rapporto.

Il pianto può giungere ai nostri occhi anche ascoltando della musica che rievochi un ricordo oppure semplicemente osservando un’immagine che provochi in noi una forte emozione oppure possiamo piangere anche senza nessun motivo.

Si pensa che piangere sia una cosa da “donne”, considerate come il sesso più debole rispetto all’uomo e spesso il mostrarlo in pubblico  ci crea imbarazzo  per questo cerchiamo di sopprimerle, rischiando così di far nascere in noi uno stato di infelicità, comportando disturbi psicosomatici come asma, tachicardia e mal di testa.

Infatti ci sono persone che contano le volte in cui hanno pianto, considerato che piangere sia un atto antico quindi lo si viene procurato, così facendo si crea una contraddizione, quindi meglio cercare altre vie per far circolare le proprie emozioni.

Quindi il segreto di un buon equilibrio interiore oltre che un benessere anche per il corpo è quello di saper piangere senza vergogna ed è sbagliato ignorare le nostre emozioni, mettendo freno alle nostre lacrime.

I nostri video tutorial
Sabrina Forina

Cosa ne pensa l'autore

Sabrina Forina - Il pianto come abbiamo detto ha una funzione terapeutica, parlando di pianto catartico, ovvero liberatorio che dà sfogo alle emozioni quali la rabbia, la tristezza, la gioia e il dolore che se non sfogati generano malessere interiore. Può anche svolgere un effetto terapeutico, ad esempio piangere per avvicinarci a una persona da cui ci siamo allontanati per molto tempo, magari per qualche tensione. Infatti anche nei bambini, quando sono noiosi e non riescono a dormire, il pianto forte porta a distendere i muscoli e il bambino rilassandosi si addormenta. Ovviamente si spera che i piccoli si addormentino senza "l'aiuto" del pianto, ma amati e protetti nelle braccia della loro mamma.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!