Papa Ratzinger, l’accusa choc di Pietro Orlandi (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Con dolore informo che il Papa Emerito, Benedetto XVI, è deceduto oggi alle ore 9:34, nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano”. Queste le raggelanti parole con cui, nell’ultimo giorno del 2022, sabato 31 dicembre, il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, ha comunicato la dipartita di papa Ratzinger.

95 anni compiuti lo scorso aprile, si è spento dopo che, ormai da giorni, le sue condizioni erano considerate gravi seppur stabili. Il suo cuore non ha retto e, con il 2022, se n’è andato via per sempre uno dei più grandi teologi della nostra storia.

Era stato il nostro papa Francesco a chiedere ai numerosissimi fedeli, sparsi per il mondo, di rivolgere una preghiera speciale per papa Ratzinger, in quanto molto ammalato, alla fine dell’udienza generale del 28 dicembre; giorno in cui, nel pomeriggio, aveva ricevuto l’unzione degli infermi.

Mentre la camera ardente è un via vai di fedeli, di esponenti religiosi e istituzionali che hanno voluto dare un ultimo saluto al papa Emerito, in attesa dei funerali, previsti per il 5 gennaio, c’è chi non riesce a trattenere delle forti parole proprio sull’operato di Ratzinger.

Parlo di Pietro Orlandi, fratello della scomparsa Emanuela Orlandi, che ha rivolto una forte accusa nei riguardi del pontefice scomparso. Vediamo cosa ha dichiarato.