Omicidio Willy Monteiro, la sentenza choc è appena arrivata (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Oggi, 4 luglio, era il giorno tanto atteso, quello della sentenza sull‘omicidio di Willy Monteiro Duarte, giovane cuoco italiano di origine capoverdiana, aggredito a morte, dopo essere intervenuto per proteggere una ragazza durante una lite.

Willy ha perso la vita a 21 anni a Colleferro, nella notte tra il 5 e il 6 settembre 2020. E’ passato poco più di un anno dall’inizio del processo in Corte d’Assise a Frosinone e oggi, finalmente, sono state decretate le sorti dei 4 imputati.

Come sappiamo, i fratelli Marco e Gabriele Bianchi rischiavano l’ergastolo, mentre la Procura aveva chiesto per gli altri due, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, 24 anni di carcere. I giudici della Corte di Assise, in camera di consiglio, hanno deciso sulle richieste di condanna.

In aula, oltre agli imputati, sono stati presenti i genitori di Willy, Maria Lucia e Armando, la sorella, e il legale che assiste la famiglia Monteiro, Domenico Marzi, che, intervistato poche ore prima della sentenza, aveva dichiarato: “Attendiamo con serenità questa sentenza così come abbiamo affrontato l’intero processo. Gli elementi raccolti in questa tragica vicenda sono a mio avviso univoci”.

Il sindaco di Paliano, Domenico Alfieri, non è riuscito a nascondere l’attesa per la pronuncia, dicendosi fiducioso nella magistratura. In fin dei conti, quello che tutti chiedono è giustizia, giustizia per Willy e per la sua stupenda famiglia.