Nespole: proprietà, benefici e controindicazioni

Le nespole sono un tipico frutto primaverile, succoso e ricco di proprietà è un frutto dai tanti benefici per il nostro organismo.

Nespole: proprietà, benefici e controindicazioni

Le nespole sono un frutto che si trova pronto alla consumazione nella stagione primaverile; ha tante proprietà grazie alla ricchezza di elementi che contiene ed è un frutto fresco e buono da consumare durante i primi caldi.

I suoi frutti, succosi e zuccherini, possono essere utilizzati in molti modi in cucina, ma in pochi sanno che del nespolo possono essere utilizzate anche foglie e corteccia. I frutti raggiungono la maturazione in primavera e l’albero di nespolo è resistente alle temperature invernali fino a mille metri di altezza.

Proprietà e benefici

La nespola è un frutto consigliato in quasi tutte le diete; apporta circa 40 calorie e 10 grammi di carboidrati ogni 100 grammi ed è composta per oltre l’85% di acqua; è ricco di vitamine A, C, B1, B2 e B3 e sali minerali quali fosforo, manganese, rame e calcio. Contiene poco sodio e molto potassio. Ha molte fibre e acido formico, che non solo hanno un elevato potere saziante ma riducono anche la quantità di colesterolo cattivo nel nostro organismo.

Per questo motivo, le nespole sono indicate per chi segue una dieta dimagrante ma anche per chi fa sport e attività fisica in generale; uno spuntino a base di nespole potrebbe sostituire gli energy drink e ridare energia ai muscoli.
Inoltre, questi frutti sono diuretici, utili per eliminare dal nostro organismo le tossine che tendono ad accumularsi nel fegato, ma anche per l’eliminazione di calcoli renali.
La vitamina A presente nel frutto contribuisce alla protezione della retina oculare e contrasta la formazione dei radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare. I sali minerali, invece, tra cui i più importanti sono rame, manganese e potassio molto utili per contrastare problemi al cuore poichè rendono più facile la rigenerazione di globuli rossi nel sangue.

Controindicazioni

Le nespole vengono consumate soprattutto da fresche, ma bisogna prestare molta attenzione al grado di maturazione. Quando sono acerbe hanno un alto contenuto di tannini, che rendono il frutto astringente, utile quindi in caso di diarrea; mentre, se mangiate molto mature contengono un’elevata quantità di pectina, che protegge il colon e aiuta a combattere la stitichezza. Inoltre, quando sono molto mature sono sconsigliate ai diabetici a causa dell’alto contenuto di zuccheri, che sono presenti in piccole quantità quando invece il frutto è acerbo.

Utilizzi

Le nespole, in cucina, sono utilizzate soprattutto per la preparazione di marmellate, puree, liquori e gelatine, prodotti che non si vedono spesso in commercio perchè sono preparati in casa.

La corteccia essiccata dell’albero e le foglie sono utilizzate per la preparazione di decotti, infusi, tisane e tè poichè sono utili in caso di infiammazioni orali e diarrea. Le foglie del nespolo, in particolare, sono utilizzate molto nella medicina cinese per curare tosse grassa, vomito, virus stagionali, mal di testa e mal di schiena.
In caso di utilizzo medico delle nespole è assolutamente necessario avvertire il medico in quanto potrebbero contrastare e annullare l’effetto di alcuni farmici.

Infine, questo frutto è utilizzato anche in cosmetica per la preparazione di creme anti-infiammazioni e anti-rossori.

I nostri video tutorial
Rita Serretiello

Cosa ne pensa l'autore

Rita Serretiello - Le nespole sono uno dei frutti che preferisco, ne mangio in gran quantità a patto che sia a un giusto grado di maturazione non troppo acerbo, nè troppo maturo. Mi piace soprattutto la sua parte lievemente asprigna misto al dolce succoso del frutto. Non l'ho mai utilizzato in cucina o per curare le patologie descritte, ma è sempre buono a sapersi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!