Ministero della Salute ha ritirato noto farmaco: scadenza a novembre 2022

Si tratta di un noto integratore al cui interno è stata rinvenuta, nel 2021, una sostanza potenzialmente dannosa per l'organismo umano. Il medicinale in questione contribuisce al regolare il funzionamento della digestione.

Ministero della Salute ha ritirato noto farmaco: scadenza a novembre 2022

Ascolta questo articolo

Tutti noi almeno una volta ogni tanto prendiamo dei medicinali. C’è chi li usa spesso, altri invece li utilizzano salturiamente. Succede però che all’interno delle medicine, come di qualsiasi altro prodotto, alcune volte le autorità trovino delle sostanze potenzialmente dannose per la salute umana. Bisogna ovviamente stare tranquilli, perchè la filiera di produzione di qualsiasi prodotto viene costantemente controllata. Per alimenti e medicinali a lanciare eventuali allarmi ci pensa il Ministero della Salute

Ed è proprio quello che è successo in data 1/10/2021, quando il dicastero della Salute ordinò il ritiro immediato dal mercato di un noto integratore che serve per favorire il corretto funzionamento degli enzimi che regolano la digestione. In questo medicinale, senza glutine e a base di malva e zenzero, era stata trovata in effetti una sostanza tossica. La notizia era stata riportata anche sul sito del Ministero della Salute, che ha emanato una circolare.

Il prodotto

Il prodotto in questione pare conterrebbe il 2-cloroetanolo, rinvenuto nel carbonato di calcio. Secondo quanto riferiscono i media nazionali, la sostanza in questione potrebbe danneggiare la salute umana essendo tossica. Dobbiamo precisare che solo un lotto del farmaco in questione era stato eliminato dal commercio. 

Si trattava del lotto 200578, prodotto dall’azienda Pharmaxima Srl con sede a Trezzano sul Naviglio e con scadenza il 30/11/2022. In totale le unità di vendita ritirate dal commercio sono state 416. Il prodotto si chiama Reflutask, e come già detto serve a regolare gli enzimi della digestione; il farmaco contiene anche acido ialuronico. 

Dobbiamo precisare che ad oggi non ci sono assolutamente rischi nell’assumere questo farmaco. Sull’etichetta espositiva del Reflutask, si consiglia un’assunzione di due bustine al giorno per un corretto transito intestinale e una regolare digestione favorita dagli enzimi. Reflutask è un prodotto utilizzato anche da chi si soffre di problemi di reflusso gastro-esofageo

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno comunque capire come a volte anche nei medicinali si riscontrano delle sostanze che possono risultare tossiche per l'organismo umano. Come sempre è il Ministero della Salute, insieme alle autorità competenti, vigila affinchè cibi e medicine siano assolutamente sicuri. L'assunzione di Reflutask non comporta assolutamente nessun pericolo per le persone attualmente.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!