Messina Denaro, nessuno se lo aspettava. Arriva l’arresto choc (1 di 2)

Arrestati i complici di Messina Denaro, Emanuele Bonafede e la moglie Lorena Ninfa Lanceri: «Lei era molto legata al boss»- Corriere.it

In questo periodo il nostro Paese ha dovuto fare i conti con fatti di cronaca più o meno gravi. Si è trattato di episodi che hanno fatto parlare molto la pubblica opinione. Non sono accadute soltanto tragedie, come ad esempio omicidi o incidenti stradali, ma anche altro.

Uno di questi è sicuramente l’arreso del boss Matteo Messina Denaro, latitante da una trentina d’anni che è stato arrestato nelle scorse settimane dai carabinieri nel palermitano. La vicenda ha suscitato molto scalpore non solo a livello nazionale, ma anche internazionale.

L’arresto è stato possibile grazie ad una importante attività investigativa portata avanti dalla magistratura, la quale grazie ad alcune intercettazioni ha scoperto che Messina Denaro fosse in cura in una clinica della zona a causa di una brutta malattia che lo affligge. L’arresto è avvenuto proprio all’interno della clinica.

Matteo Messina Denaro, il vero Bonafede ammette: "Lo conosco da sempre" | Gazzetta.it

Con il proseguire delle indagini si è scoperto che Messina Denaro circolava tranquillamente nel paese a Campobello di Mazara. A tutt’oggi, a diverse settimane dall’arresto del boss, le indagini continuano in quanto si vuole fare assoluta chiarezza sulla vicenda in questione.

In queste ore i media nazionali riportano altre novità per quanto riguarda lo stesso Messina Denaro. Ci sono stati infatti altri arresti da parte delle forze di polizia, che stanno chiudendo il cerchio attorno ai complici che hanno favorito la latitanza di Messina Denaro.