Mascherine, cambia di nuovo tutto: la decisione ufficiale del Governo poco fa

In queste ore è arrivata una nuova decisione del Governo circa l'utilizzo delle mascherine, vediamo che cosa sta facendo l'Esecutivo per quanto riguarda l'emergenza Covid.

Pubblicato il 31 ottobre 2022, alle ore 19:16

Mascherine, cambia di nuovo tutto: la decisione ufficiale del Governo poco fa

Ascolta questo articolo

In questi due anni e mezzo di pandemia il nostro Paese ha sperimentato delle misure mai prese prima, come ad esempio i lockdown o la quarantena per le persone che venivano trovate positive al Covid-19. Si è trattato di provvedimenti che andavano appunto a favore dell’interesse collettivo, visto che questo nuovo patogeno, il Sars-CoV-2, ha creato non pochi grattacapi a medici e scienziati. Sono state centinaia di migliaia le persone decedute soltanto nel nostro Paese per la malattia Covid-19 in questi due anni e mezzo. 

Se fino ad ora le restrizioni sono state dure, si sta andando ormai verso un allentamento delle stesse. Il nuovo Governo presieduto da Giorgia Meloni starebbe per seguire una strada molto diversa da quella dei suoi predecessori, ovvero Giuseppe Conte e Mario Draghi. Vediamo nel dettaglio che cosa sta accadendo e quali saranno le prossime decisioni del Governo. 

Mascherine, ecco che cosa cambia

L’Esecutivo ha tenuto un Cdm in queste ore al termine del quale il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha tenuto una conferenza stampa illustrando i principali provvedimenti anche in termini di sanità. Per quanto riguarda l’uso delle mascherine all’interno di ospedali e RSA, quest’ultimo è stato prorogato

“Mai abbiamo pensato di non andare in questa direzione, che è condivisa anche con il primo ministro” – così ha spiegato il ministro della Salute, Orazio Schillaci. L’intenzione dell’Esecutivo è comunque quella di allentare anche alcuni obblighi, come quello vaccinale per i sanitari, che sarà eliminato a partire dal primo novembre. Con questo provvedimento anche il personale sanitario non vaccinato potrà quindi rientrare all’interno degli ospedali per prestare servizio. 

“È anticipata al 1 novembre la scadenza dell’obbligo di vaccinazione Covid. Questo perché il quadro epidemiologico è mutato, in particolare dai dati si vede che impatto su ospedali è limitato e c’è diminuzione contagi e stabilizzazione occupazione ospedali” – così ha spiegato inoltre Schillaci. Secondo Schillaci la salute non un tema ideologico, ma scientifico, e questo è l’approccio che si sarebbe dovuto tenere fino a questo momento, dove il Covid per Schillaci ha riempito le campagne elettorali. Inoltre starebbero anche per arrivare novità per quanto riguarda la quarantena per i positivi al Covid

L’obiettivo del Governo sarebbe quello di eliminarla totalmente, per cui potrebbero non esserci neanche i 5 giorni attuali in un prossimo futuro.“Stiamo lavorando e oggi abbiamo avuto le prime riunioni scientifiche con Istituto superiore di sanità, Aifa ed esperti. Vediamo l’evoluzione del quadro epidemiologico e ogni decisione verrà presa solo nell’interesse dei pazienti” – queste le parole di Schillaci alla conferenza stampa.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come le regole contro il Covid stanno per essere allentate in maniera definitiva dal nuovo Esecutivo, secondo cui i predecessori hanno adottato contro la pandemia un approccio poco scientifico. Insomma presto la pandemia e le restrizioni potrebbero essere un lontanissimo ricordo, così come anche la quarantena per le persone positive al Covid.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!