Lo straziante annuncio, caso Liliana Resinovich: la triste notizia in cimitero

Continua ancora il giallo sulla 63enne trovata morta il 5 gennaio scorso a Trieste nei pressi di un boschetto, gli inquirenti ipotizzano il suicidio, ma la famiglia della donna non crede a questa ipotesi. Ed è arrivata una notizia tristissima.

Lo straziante annuncio, caso Liliana Resinovich: la triste notizia in cimitero

Ascolta questo articolo

In Italia ci sono molti casi di cronaca che ancora attendono una soluzione. Uno di questi è quello di Liliana Resinovich, la donna di 63 anni scomparsa lo scorso dicembre da Trieste e poi rivenuta senza vita il 5 gennaio 2022 nei pressi di uno boschetto vicino l’ospedale psichiatrico San Giovanni di Trieste. Il suo corpo era avvolto in alcuni sacchi neri. Per il momento gli inquirenti stanno prendendo in considerazione tutte le ipotesi possibili, inclusa quella del suicidio, a cui però non crede la famiglia. 

La vicenda presenta molti lati oscuri che debbono essere chiariti. Neanche il marito Sebastiano Visentin crede a questa ipotesi. Del caso se ne è occupata nella puntata di ieri nuovamente la trasmissione Quarto Grado su Rete 4, format di inchiesta giornalistica condotto dal giornalista Gianluigi Nuzzi e da Alessandra Viero. Proprio l’ipotesi del suicidio è stata discussa in trasmissione. Si è trattato proprio di quello, o c’è altro? Staremo a vedere come andrà a finire questa storia, ma in queste ore sono arrivate nuove notizie. 

Le dichiarazioni di Sebastiano

L’ipotesi del suicidio non convince neanche l’amante Claudio Sterpin. Sebastiano dal canto suo ha spiegato i motivi per i quali la donna non sarebbe stata uccisa neanche dall’amante, e per questo continua ad interrogarsi anche lui su quanto accaduto. Secondo Visentin Liliana voleva stare soltanto accanto a Claudio, ma forse “Claudio voleva qualcos’altro e lei in qualche modo non sapeva come uscirne da questa storia” – così ha dichiarato il marito Sebastiano.

Che poi ha sganciato una autentica “bomba” sui vicini. “I vicini sono venuti da me in maniera strana, quel giorno quando Liliana è scomparsa, mandandomi un messaggio e mandandone uno a Liliana dicendo che avevano un regalo per lei. Non so cosa fosse” – così ha dichiarato Sebastiano alla trasmissione “Storie Italiane”.

Inoltre secondo Visentin la sua “Lilly” ha avuto un funerale orribile, in quanto dinanzi alla bara c’era soltanto lui e nessun altro. I parenti erano lontani infatti ad almeno 10-20 metri di distanza. “Io so che ero solo io” – così ha detto infine Sebastiano Visentin parlando con la stampa. Le indagini continuano a 360 gradi. 

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Il caso di Liliana Resinovich è uno dei casi di cronaca più gravi degli ultimi anni, un giallo che ancora non si riesce a risolvere. Gli inquirenti credono che la donna si sia suicidata, ma la sua famiglia non crede a questa ipotesi e cerca a tutti i costi la verità.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!