L’Italia trema ancora, poco fa una forte scossa di terremoto

L'Italia stamattina ha tremato ancora e si sono vissuti momenti di panico e terrore da parte dei residenti delle zone colpite. Vediamo cosa sta accadendo.

Pubblicato il 22 gennaio 2023, alle ore 11:30

L’Italia trema ancora, poco fa una forte scossa di terremoto

Ascolta questo articolo

Un risveglio decisamente traumatico a Cesenatico, in provincia di Forlì Cesena, in cui la terra ha tremato proprio stamattina, domenica 22 gennaio 2023. Ogniqualvolta si verificano sismi, la paura prende inevitabilmente il sopravvento ed è difficile contenere la tensione per i potenziali effetti devastanti su cose e persone.

Da temi immemori, difatti, i terremoti, con il loro alone di mistero, seminano il terrore e la nostra Penisola, purtroppo, di gravi sismi ne sa qualcosa, specie in quei territori più a rischio. Ma vediamo, più in dettaglio, cosa è avvenuto poco fa.

L’accaduto

Alle 9,38 di stamattina, domenica 22 gennaio, un boato ha seminato il panico. Un terremoto di magnitudo compresa fra 3.1 e 3.6 è stato chiaramente avvertito dalla popolazione in tutta la Romagna, da Rimini a Ravenna. L’epicentro è stato rilevato dall’ Ingv nella zona di Forlì Cesena, a 4 km a ovest dal cdentro di da Cesenatico,con coordinate geografiche (lat, lon) 44.1830, 12.3480, a 19 km di profondità. 

Inutile dire che, come spesso avviene in questi casi, per cercare di tenere a bada la tensione, i residenti delle zone coinvolte si sono affidati ai social, dove hanno scritto commenti che riassumono le sensazioni provate in quegli istanti, cercando una parola di conforto che si rivela fondamentale per poter affrontare meglio la paura che tali eventi innescano. Allo stesso modo, i centralini della protezione civile sono stati intasati da richieste di chiarimento su cosa si stesse verificando. 

Tra i tanti commenti pervenuti, si legge: “Velocissima ma avvertita tutta, dal rumore in arrivo alla scrollata. Forse 4 secondi”, “A Bellaria si è sentito un forte scossone veloce, Confermo a Savignano sul Rubicone. Breve ma forte. “Sentito forte a Rimini… ma molto rapido”. In queste parole è racchiuso il panico di chi ha sentito la scossa forte e chiaro, rilevata anche dai piani alti dei palazzi, con suppellettili che hanno iniziato a vibrare. Per fortuna, non ci sono stati danni a persone o cose. Sulla base dei rilievi dell’Ingv, oltre a Cesenatico, i comuni più prossimi all’epicentro della scossa di terremoto di oggi sono Gambettola Gatteo, Cesena e San Mauro Pascoli, in provincia di Forlì Cesena, e i comuni di Cervia, in provincia di Ravenna e Bellaria-Igea Marina, in provincia di Rimini. Altri 8 comuni nel raggio di venti chilometri. Continueremo ad aggiornarvi sulla situazione, sperando che la terra smetta di tremare. 

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Una paura comprensibilissima, quella di chi si trova al cospetto di questi eventi così forti che gettano nella disperazione per l'imprevedibilità e per gli effetti devastanti che potrebbero avere. Sono vicina, seppur virtualmente, alle famiglie delle persone che hanno vissuto quest'incubo ad occhi aperti, sperando che la terra smetta di tremare.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!