Ladri lo picchiano e gli rubano in casa: anziano reagisce e spara (1 di 2)

Ascolta questo articolo

I furti in casa continuano a rientrare tra i reati più diffusi in Italia, specie durante il periodo estivo o di festività, quando vi è più possibilità che la gente parta per ricongiungersi ai suoi familiari.

Si tratta di un fenomeno in crescita; pertanto allarmante. La Cna, sulla base dei dati provvisori dell’Istat, ha segnalato che le denunce di furti in abitazione nel 2021 hanno superato quota 182mila.

In parole povere, sono quasi 500 al giorno, più di venti all’ora, uno ogni tre minuti circa. Capiamo bene quanto il problema sia forte e la necessità di correre ai ripari sempre più doverosa.

Si cerca di arrangiarsi come si può, in base al proprio badget. C’è chi utilizza l’inferriata, chi la porta blindata, sino ai più sofisticati sistemi di video-sorveglianza che hanno costi decisamente più elevati.

In tempi di crisi, anche attrezzarsi per scongiurare un possibile tentativo di furto, diventa problematico, andando a gravare sulle finanze, tanto che, alcuni, preferiscono farsi giustizia da sé.