La Pec del vulcanologo: "Evacuate gli edifici, rischio imminente" (1 / 2)

La Pec del vulcanologo: "Evacuate gli edifici, rischio imminente"

Sono tra i fenomeni che creano più preoccupazione nella gente. Stiamo parlando dei disastri naturali, ovvero tutte quelle calamità che avvengono per cause che non dipendono dalla volontà degli esseri umani. Cause appunto scatenate dalla natura.

I terremoti sono tra i fenomeni che in questo periodo stanno preoccupando maggiormente alcune aree della nostra nazione. L’Italia, al contrario di quanto si crede, è infatti un Paese che ha un altissimo rischio sismico. Sul suolo nazionale sono presenti anche dei vulcani tra i più attivi d’Europa, come l’Etna.

C’è anche il Vesuvio, che ormai da moltissimi anni pare dormire. Eppure il Vesuvio non è un vulcano spento, tutt’altro. Al suo interno è attivo e gli esperti ravvisano che prima o poi il vulcano in questione possa eruttare, con un grave rischio per oltre tre milioni di abitanti che abitano l’area metropolitana di Napoli.

Tutta la nostra nazione è classificata con sismicità molto alta. Nel corso della storia l’Italia ha avuto dei terremoti molto forti, basti pensare a quello accaduto negli anni ’80 in Irpinia, un sisma che praticamente si sentì in tutto il Sud Italia.

Terremoti e vulcani vengono tenuti sotto controllo dall’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Si tratta della principale istituzione che controlla i fenomeni in questione sul nostro territorio nazionale.

Nella prossima pagina andremo a vedere che cosa è successo, un esperto ha emesso infatti un allarme per una zona che si trova proprio nel nostro Paese. I dettagli quindi nei prossimi paragrafi della pagina successiva.