La dieta delle prugne secche. Basta mangiarne 10 al giorno per dimagrire

Per riattivare il metabolismo e dimagrire velocemente bastano 10 prugne secche al giorno. Vediamo quindi come funziona questa dieta ideata dalla nutrizionista Evelina Flachi.

La dieta delle prugne secche. Basta mangiarne 10 al giorno per dimagrire

Al contrario di quello che si possa comunemente pensare le prugne secche contengono pochissime calorie, poiché prive di zuccheri aggiunti, grassi e sale; in compenso, però, contengono tantissime fibre amiche del benessere e della forma fisica. Le prugne secche infatti proprio grazie alle loro fibre hanno un alto potere saziante e contribuiscono a togliere quella voglia di dolce che è spesso causa dell’aumento del peso corporeo.

Sfruttando quindi questo potere benefico e dimagrante la nutrizionista Evelina Flachi sviluppò la dieta delle 10 prugne. Le prugne in cucina sono davvero versatili; infatti si sposano benissimo sia con cibi dolci sia con cibi salati perciò si adattano facilmente a qualsiasi tipo di preparazione. Abbinando durante l’arco della giornata le prugne a frutta e verdura di stagione in breve tempo si potrà avere una pelle più luminosa, gambe toniche, ventre piatto e qualche chilo in meno. Questo regime alimentare dovrà essere seguito 5 giorni su 7 sempre sotto controllo medico e ripetuto finché non si avrà raggiunto il proprio peso forma. 

Un esempio di dieta delle prugne

A colazione, a stomaco vuoto, mangiate due prugne secche poi completate questo pasto bevendo una tazza di tè verde e mangiando uno yogurt magro con un frutto di stagione.

A metà mattina, così come a metà pomeriggio, consumate due prugne secche.

A pranzo preparate del riso integrale con zucchine e carote e per dessert due prugne secche.

Infine a cena, potete gustare un’insalata mista con gamberetti, rucola e noci concludendo il pasto con due prugne.

Questo esempio di menù potrà essere seguito per 5 giorni, i restanti saranno pasti liberi e di solito ricadono nel week end dove si concentrano di più gli impegni e le varie ricorrenze. 

Per condire le verdure usate massimo due cucchiai di olio extravergine di oliva al giorno e variate sempre i carboidrati alternando il riso con della pasta o del pane integrali.

I nostri video tutorial
Sabrina Giorgi

Cosa ne pensa l'autore

Sabrina Giorgi - In effetti ho sempre mangiato le prugne secche proprio quando volevo contrastare quella voglia irrefrenabile di dolce poiché immaginavo fossero meno caloriche di una brioche però bisogna stare molto attenti a non eccedere nella quantità altrimenti gli effetti collaterali non tarderanno ad arrivave visto che questo genere di frutta è molto lassativa.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!