La borseggiatrice rivela: “Guadagno 1000 euro al giorno, voi siete dei..” (1 di 2)

Il problema dei borseggi è un fenomeno che affligge le più grandi città italiane, in particolare Roma e Milano. Nelle ultime settimane la questione è tornata a far discutere per clamore suscitato da alcuni filmati divulgati sui social di alcune borseggiatrici riprese nella metro e sui mezzi pubblici del capoluogo lombardo.

Come riporta ‘Il Corriere della Sera’, i ‘furti con destrezza‘ sembrerebbero in leggero calo negli ultimi anni, ma il problema comunque persiste e non è da sottovalutare: 21.560 nel 2021 contro i 24.556 di dieci anni prima. Nei primi 3 mesi dell’anno la squadra Mobile di Milano ha eseguito ben 75 arresti, all’incirca un arresto al giorno.

La scorsa settimana ad occuparsi del ‘problema borseggi’ è stata ancora una volta Striscia la Notizia con l’inviato Valerio Staffelli, che ha fatto il giro dei mezzi pubblici milanesi con l’intento di fare ancora una volta luce sul problema. Il giornalista colto in flagranza due giovani donne sorprese a rubare, dimostrando la realtà di un problema purtroppo in parte ignorato dalle autorità locali.

Intanto in queste ore sta suscitando molto scalpore l’intervista che una borseggiatrice appena 29enne ha rilasciato ai microfoni del Corriere della Sera, ovviamente nascondendo la sua identità. La giovane ha parlato con grande disinvoltura e disarmante lucidità di quello che rappresenta per lei un vero e proprio lavoro.

Oltre il danno la beffa, perchè questa borseggiatrice non teme affatto alcun tipo di conseguenza dalla giustizia. In effetti la nostra legislazione è sin troppo leggera con questo tipo di reati, anche alla luce dell’approvazione della legge Cartabia, che ha stabilito l’obbligo di denuncia da parte delle vittime di furto. Scopriamo le confessioni di questa borseggiatrice.