Italia, torna la zona rossa: scatta l’allarme per milioni di cittadini

Purtroppo non ci sono buone notizie per quanto riguarda gli italiani, torna infatti la zona rossa a causa di un motivo ben preciso. Vediamo che cosa sta succedendo, autorità preoccupate.

Pubblicato il 10 dicembre 2022, alle ore 14:36

Italia, torna la zona rossa: scatta l’allarme per milioni di cittadini

Ascolta questo articolo

Come si sa in questi due anni e mezzo abbiamo imparato a fare i conti con una nuova malattia, il Covid-19 appunto, il primo coronavirus che è stato in grado di generare una pandemia a livello globale. Proprio in questi due anni abbiamo sperimentato qualcosa che non ci aspettavamo mai, ovvero delle restrizioni alle libertà personali introdotte proprio per bloccare il contagio del Covid, che ha messo in ginocchio gli ospedali e causato milioni di morti in tutto il globo. 

Adesso questa stagione influenzale è partita nel peggiore dei modi, come non succedeva ormai da 12 anni a questa parte. Quest’anno l’influenza si è rivelata molto più forte delle precedenti epidemie, e sta mettendo già sotto pressione gli ospedali, soprattutto quelli pediatrici. E per gli italiani potrebbero essere nuovamente problemi. 

Arriva picco influenzale

Secondo quanto riferisce l’Istituto Superiore di Sanità l’influenza ha toccato un picco di 16 contagi ogni mille abitanti, numeri impressionanti se si pensa che solitamente questa malattia raggiunge il suo picco tra gennaio e febbraio. Gli esperti sono dell’avviso che il picco della malattia si avrà proprio sotto le festività natalizie. 

Va osservato anche che i dati del monitoraggio dell’ISS si riferiscono alla settimana dal 28 novembre al 4 dicembre. Al momento il virus influenzale pare si stia diffondendo molto di più al Centro Nord che al Sud: in allarme sono gli ospedali di Piemonte, Lombardia, Veneto, Umbria, Lazio e Abruzzo.

La curva epidemia si portata in quella che viene definita “zona rossa” ovvero quando una malattia ha una diffusione molto alta. Tali livelli di incidenza mettono sotto stress gli ospedali, dove già il Covid, nei reparti di medicina sottrae un 15% dei letti a disposizione. Nell’ultima settimana gli italiani messi ko dall’influenza sono stati 942mila contro i 770mila delle settimana precedente e da inizio epidemia il conto sale a tre milioni e 521mila.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come purtroppo l'influenza quest'anno sia molto forte, bisogna per questo stare attenti alle persone fragili come bambini e anziani, che possono incorrere anche in complicazioni se contraggono queste malattie. L'influenza ogni anno alletta milioni di persone, ma nel 2022-2023 pare che quest'ultima possa toccare cifre record mai viste.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!