Italia, terribile tragedia in spiaggia poco fa: inutili i soccorsi

Una tragedia terribile si è abbattuta poco fa su una spiaggia italiana e i tentativi dei soccorritori si sono rivelati inutili. Ecco cosa è accaduto proprio stamattina.

Pubblicato il 29 maggio 2022, alle ore 13:11

Italia, terribile tragedia in spiaggia poco fa: inutili i soccorsi

Ascolta questo articolo

Le temperature roventi di questi giorni hanno portato molti italiani a riversarsi in spiaggia, tra primi bagni e tintarella, anche se l’estate astronomica si farà attendere. 

C’è chi, approfittando del weekend, si è concesso una pausa dalla frenesia quotidiana e chi si è concesso una vacanza anticipata. Purtroppo però, questa domenica di fine maggio è stata sconvolta da un’incredibile tragedia che si è consumata proprio su una spiaggia del nostro Paese.

L’accaduto 

 Stando a quanto riportato da “Corriere.it”, il dramma che,nelle prime ore di stamattina, 29 maggio, ha lasciato sotto choc l’Italia intera, si è consumato nello stabilimento Stella Mari di Sottomarina, nel Veneziano. Qui il 52enne Gianluca Fasolin , titolare dello stabilimento balneare, era impegnato insieme ad un dipendente ad effettuare alcuni interventi di manutenzione, prima di procedere con l’apertura di un tratto di spiaggia attrezzato.

Ad un tratto, una palma, rimasta danneggiata dal forte vento di bora che ieri sera ha interessato la zona, lo ha colpito in pieno. A prodigarsi per lui, per primo, il primario di pronto soccorso di Chioggia che si trovava sul posto ma ogni tentativo di salvarlo siè rivelato inutile per via dei gravi traumi riportati in seguito al terribile impatto con la palma che lo ha travolto. Attivati anche l’ambulanza e l’elicottero di Treviso di cui però poi non c’è stato più bisogno.

Secondo i primi accertamenti potrebbe essere morto sul colpo. In queste ore sono in corso le indagini degli agenti del commissariato per ricostruire le dinamiche, anche sulla base di eventuali testimonianze oculari, anche al fine dell’attribuzione di eventuali responsabilità. L’imprenditore lascia moglie e 2 figli. Gianluca ha trascorso una vita a contatto con il pubblico, lavorando sempre nel settore alberghiero e della ristorazione Si tratta di un nome conosciuto, in quanto ex titolare dell’hotel Rosa Petra di Cortina, nel Bellunese, oltre a gestire con i fratelli il locale Pepenero che si trova a Chioggia. Poi ha deciso di investire nello stabilimento che ha provveduto di recente a restaurare. 

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Una morte terribile, consumatasi in pochi istanti.... una morte carica di dubbi, di interrogativi. Si sarebbe potuta evitare una tragedia simile? E se si, di chi è la responsabilità? Mi auguro che chi si sta occupando del decesso possa presto fornire le risposte che la famiglia, cui pongo le mie più sentite condoglianze, merita.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!