Italia in lutto, è morto Conte: “I deboli e poveri nel cuore” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Una notizia devastante, che ha sconvolto letteralmente gli italiani,  quella della morte di Conte. Non appena ha iniziato a diffondersi sul web, in tantissimi sono stati i messaggi di cordoglio.

Continuano ad arrivare dagli internauti, dai massimi rappresentanti della nostra politica, dal mondo ecclesiastico, mentre ci si affida ai ricordi di ciò che questo grande uomo ha rappresentato.

Si sa quanto il destino, a volte, colpisca in men che non si dica, come se avesse sete di portarsi via le persone più nobili d’animo e Conte era uno di quelli che si è speso per i deboli, i poveri, gli emarginati.

Ha fatto di tutto affinché la loro voce venisse ascoltata, anche nei momenti bui, quando era allo stremo delle sue forze; continuando imperterrito la sua battaglia affinché questa gente non venisse ignorata.

Purtroppo la notizia del suo improvviso decesso è stato un colpo al cuore per tutti gli italiani. Ma vediamo, più in dettaglio, cosa è accaduto solo poche ore fa.